Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Calcio

Calcio: donne, allenare i muscoli chiave

di
Pubblicato il: 23-11-2010

In campo segnano un punto gli uomini a scapito delle donne: secondo uno studio americano pubblicato sul Journal of Bone and Joint Surgery infatti, giocare a calcio è uno sport prevalentemente maschile.

Calcio: donne, allenare i muscoli chiave © Photos.com Sanihelp.it - Gli scienziati guidati da Robert H. Brophy, chirurgo ortopedico della Washington University School of Medicine di St. Louis, hanno scoperto perché le giocatrici rischiano di farsi male più degli uomini. Sembra che gli uomini, quando calciano, attivino più delle donne alcuni muscoli chiave della gamba e dell'anca, per cui le calciatrici sono più esposte agli infortuni, in particolare alle lesioni del legamento crociato anteriore, anche in assenza di contatti più o meno regolari con l'avversario.

Gli studiosi, insieme a esperti del Motion Analysis Laboratory and Sports Medicine Service dell'Hospital for Special Surgery di New York, hanno analizzato i movimenti eseguiti nel calciare una palla di venticinque giocatori professionisti (13 maschi e 12 femmine), andando a cercare eventuali differenze.
Per la ricerca si sono avvalsi di tecniche di video-indagine in 3D ed esami elettromiografici. Gli scienziati hanno misurato l'attivazione
di sette muscoli sia nella gamba che sferra il calcio sia in quella di supporto, e di altri due muscoli solo nella gamba che calcia. Quindi hanno analizzato i movimenti eseguiti dai giocatori dei due sessi in cinque tiri calciati con il collo del piede e in cinque tiri laterali, d'interno o d'esterno. Dagli esami effettuati è emerso che, nella gamba impegnata a calciare, l'attivazione dei muscoli flessori era quattro volte superiore negli uomini rispetto alle donne. Nella gamba di sostegno invece, l'attivazione del muscolo gluteo medio e del vasto mediale risultava doppia negli uomini.

Robert H. Brophy, ortopedico, calciatore ed ex responsabile medico della squadra di calcio femminile St. Louis Athletica spiega che
«le donne utilizzavano meno gli adduttori dell'anca la cui attivazione, maggiore negli uomini, protegge dal rischio che durante
il tiro collassi il ginocchio e si danneggi il legamento crociato anteriore». Per prevenire questi infortuni, lo specialista suggerisce alle
giocatrici un allenamento che insegni ad attivare i muscoli dell'anca, rafforzandoli.

Per tutte le calciatrici ecco allora i consigli del personal trainer Valerio Gaudio:

Lo squat (accosciata) è l'esercizio base per l'allenamento degli arti inferiori. I muscoli coinvolti nel lavoro sono i glutei, i quadricipiti, gli adduttori e i polpacci. È un esercizio che aumenta anche il metabolismo basale e di conseguenza stimola la costruzione di
massa muscolare in tutto il corpo.
Posizione: in piedi, gambe divaricate alla larghezza delle spalle.
Inspirando, piegare le gambe finché le cosce non saranno parallele al suolo, immaginando di sedersi su una sedia lontana. Espirando, tornare alla posizione di partenza.
Note: è importante tenere i talloni a terra in modo da non creare sovraccarico al ginocchio.

Affondi sagittali (grande gluteo).
Posizione: in piedi, busto eretto, gamba sinistra in avanti per la lunghezza di un passo, pianta dei piedi aderente al suolo.
Tenendo le mani sui fianchi, inspirando piegare le gambe finché la coscia sinistra non sarà parallela al suolo (come nel fare un
inchino). Espirando tornare alla posizione di partenza.
Note: eseguire l'esercizio lentamente e, al termine delle ripetizioni, eseguire con la gamba opposta.

Slanci gamba dietro (piccolo e medio gluteo).
Posizione: in piedi, gambe unite in appoggio sulla sinistra, mani su un sostegno posto di fronte.
Espirando, portare leggermente indietro la gamba destra ruotando il piede in fuori e contraendo il gluteo. Inspirando tornare alla posizione di partenza.
Note: attenzione a non ruotare il bacino in fuori e a non inarcare la schiena, per non scaricare lo sforzo sulle vertebre lombari. Al
termine delle ripetizioni, eseguire con la gamba opposta.

Affondo laterale: esercizio utile perché è sempre indirizzato agli estensori dell'anca.
Divaricare le gambe e andare in affondo laterale sulla gamba destra mantenendo il ginocchio a 90 gradi e piede in asse con la gamba. Fare attenzione a non superare con il ginocchio la punta del piede e a non sollevare il tallone da terra. Mantenere il peso del corpo sul bacino.
Ripetere lo stesso esercizio poi sulla gamba sinistra. Iniziare con poche ripetizioni e poi aumentare con il passar delle settimane. 


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Valerio Gaudio - gaudiotrainer@oneonone.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti