Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Antidepressivi triciclici e patologie cardiovascolari

di
Pubblicato il: 02-12-2010
Sanihelp.it - I pazienti che assumono antidepressivi triciclici hanno maggiori probabilità di soffrire di patologie cardiovascolari; i pazienti in terapia con gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) non corrono un ugual rischio cardiovascolare; questi sono i risultati emersi dallo studio condotto presso l’ University College di London e pubblicati sulla rivista European Heart Journal.

Dall’analisi dei dati a disposizione dei ricercatori per questo studio è emerso che sul campione di studio il 2,2% assumeva antidepressivi triciclici, il 2% SSRI e lo 0,7% altri tipi di antidepressivi.

I pazienti in terapia con antidepressivi triciclici a parità di altri fattori di rischio, hanno un 35% di probabilità in più di soffrire di patologie cardiovascolari.
Gli antidepressivi triciclici noverano un gran numero di effetti collaterali quali aumento ponderale, ipertensione arteriosa, diabete di tipo 2 tutti fattori predisponenti alle patologie cardiovascolari.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reuters Health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti