Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Over 60

Sex addiction per paura di invecchiare

di
Pubblicato il: 01-02-2011

L'ossessione per il sesso anche dopo i sessant'anni nasconde in realtà la paura di invecchiare: i rapporti sessuali compulsivi come presunti elisir di giovinezza .

Sex addiction per paura di invecchiare © Photos.com Sanihelp.it - Il timore del tempo che passa fa brutti scherzi: spinge le donne a mascherare lo scorrere degli anni con ritocchi estetici di ogni genere mentre negli uomini può far scattare una vera e propria ossessione per il sesso, quella che in America viene definita sex addiction.

«Moltissimi uomini dopo i sessanta anni entrano in crisi e perdono stima in loro stessi » è l’analisi della dottoressa Paola Vinciguerra, psicologa, psicoterapeuta, Presidente dell’Eurodap, Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico. «Ed è allora che scatta la ricerca di una vita sessuale molto attiva: la prestazione sessuale, soprattutto con donne più giovani, dà a questi uomini l’illusione di essere ancora possenti, dominatori».

Ma qual è l’identikit degli uomini più a rischio? «Sono soprattutto quelli che sono stati molto ammirati dalle donne, uomini piacenti, di successo, che con l’altro sesso hanno sempre avuto un ottimo rapporto e facilità di conquista. Per questi soggetti è davvero difficile prendere atto ed accettare le diverse fasi della vita e la vecchiaia per loro è uno stato particolarmente angoscioso» spiega la psicologa.

E l’ansiolitico per eccellenza diventa proprio l’attività sessuale: «Facendo sesso tentano di rafforzare la loro autostima che nello specifico è legata al numero di prede conquistate più che alla qualità dei rapporti personali e alla rete di relazioni sociali» aggiunge Paola Vinciguerra.

Finiscono, così, per instaurare un comportamento compulsivo «Agiscono in risposta ad un impulso sessuale irrefrenabile, indipendentemente dagli effetti negativi che il loro comportamento può arrecare. La soddisfazione del loro bisogno che genera l'impulso sessuale provoca piacere, ma allo stesso tempo procura disagio, ansia, malessere, senso di vergogna» avverte l’esperta.

C’è chi nasconde il proprio malessere in una presunta dimostrazione di virilità e nega a se stesso di avere un problema, mentre rendersene conto è il primo passo per superarlo, per uscire da quella che è una vera e propria dipendenza. «Occorre sentire forte il desiderio di guarire, accettare il fatto che s'invecchia cercando di godere del nuovo momento che porta cambiamento. È semplicemente una nuova fase della vita durante la quale l'arricchimento per un individuo continua" conclude la dottoressa.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
dottoressa Paola Vinciguerra - comunicato stampa

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:
Promozioni:

Commenti