Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Nasce un sistema di certificazione

La bellezza si fa bio

di
Pubblicato il: 01-03-2011

Cresce la domanda di cosmetici naturali e biologici. Ma sappiamo veramente cosa compriamo? Ecco come riconoscere un vero cosmetico bio e i vantaggi di questi prodotti.

La bellezza si fa bio © Photos.com Sanihelp.it - «La pelle assorbe fino al 60% delle sostanze con cui viene in contatto, questo significa che durante la vita inglobiamo sino a due chili di sostanze chimiche contenute nelle creme. È tempo di cambiare». Così annunciava Stella McCartney, stilista animalista bio, qualche tempo fa.

Non si può immaginare quante sostanze sintetiche e derivate dal petrolio applichiamo sulla pelle che, esposta all’ambiente esterno, lascia passare quasi tutte le sostanze che utilizziamo quotidianamente.

Dopo aver conquistato il mondo alimentare circa 20 anni fa, negli ultimi tempi la sensibilità per le tematiche ambientali e per la qualità e la naturalezza dei prodotti si è diffusa sempre di più anche nel campo della cosmesi. Oggi le donne cercano cosmetici sicuri, efficaci, il più possibile naturali e che rispettino l’ambiente.

I cosmetici biologici e quelli naturali sono prodotti composti per la quasi totalità da ingredienti naturali, lavorati solo con processi fisici e naturali e non testati sugli animali. Non contengono derivati del petrolio, conservanti né coloranti sintetici, siliconi, formaldeide, alcol, parabeni, PEG, OGM e loro derivati. Sono raccomandati inoltre gli ingredienti che provengono da commercio equo e da progetti del Terzo Mondo e da imprese impegnate nella Social Account Ability.

Nei cosmetici biologici, gli ingredienti naturali devono essere anche di provenienza agricola biologica, quindi da coltivazioni certificate che utilizzano metodi agricoli organici o da raccolta spontanea.

Perché scegliere cosmetici 100% naturali? Per almeno cinque buoni motivi:

1. Utilizzano solo ingredienti verdi di prima scelta.
2. Contengono sostanze naturali al top e di origine controllata, in grado di trattare e coccolare la pelle, rispettandone il naturale equilibrio, senza aggredirla.
3. Stimolano la pelle a riattivare i suoi meccanismi di difesa e di autoriparazione dai danni ambientali.
4. Hanno texture piacevoli che trasformano i gesti beauty di ogni giorno in veri rituali di benessere.
5. Sono mediamente accessibili a tutte le tasche.

Questi vantaggi spiegano lo straordinario successo di questo settore: nel 2010 i cosmetici naturali sono aumentati del + 5,8% rispetto a un +1,3% del mercato cosmetico totale. Tale fenomeno non è solo italiano, ma anche europeo e mondiale.

Il problema, però, è che il settore naturale e biologico appare tutt’oggi come un campo minato: manca un regolamento comunitario obbligatorio e, come rilevato anche da ricerche condotte al San Raffaele di Milano, le consumatrici sono incerte e confuse su cosa significhi realmente naturale e biologico e su quali prodotti orientarsi per fare scelte sicure e rispettose della propria pelle.

Per questo sia l’industria che le organizzazioni operanti nel settore hanno dato vita a Standard volontari, cioè criteri a cui i produttori devono adeguarsi affinché i propri articoli siano davvero qualificabili come naturali e/o biologici.

Per esempio Bioagricert, organismo di controllo e certificazione con oltre 10.000 aziende certificate, ha attivato uno specifico schema di certificazione dedicato alla cosmesi naturale e biologica che consta di due marchi: bio&natural cosmetic, che si riferisce ai cosmetici biologici, e natural cosmetic, per quelli naturali. I prodotti contraddistinti da questi marchi garantiscono, sulla base di disciplinari produttivi accreditati e Standard europei (Natrue), la reale presenza di ingredienti di origine biologica e naturale.

All’acquisto dei prodotti, i consumatori dovranno verificare che i simboli della certificazione Bioagricert siano presenti sulle confezioni, che a loro volta dovranno essere biodegradabili, riciclabili e compatibili.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Bioagricert

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti