Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Due ruote

A ritmo di spinning

di
Pubblicato il: 08-02-2011

Gli italiani amano molto le due ruote e se con l'inverno non è facile pedalare all'aperto, ci pensano i corsi di spinning. Il dottor Stefano Aglieri di Humanitas ce ne racconta i benefici e le precauzioni da adottare.

A ritmo di spinning © Rete Sanihelp.it - Uno dei modi migliori per scaricare lo stress accumulato in una giornata di lavoro e per ritrovare un po’ di benessere è senza dubbio l’attività fisica. Nelle palestre italiane, riscuote sempre maggior successo lo spinning o indoor cycling: pedalare in gruppo e a ritmo di musica. Il dottor Stefano Aglieri specialista in Medicina dello Sport, caposezione di Riabilitazione Cardiorespiratoria nell’Unità Operativa di Recupero e Rieducazione Funzionale di Humanitas (Rozzano – Milano) spiega: «L’indoor cycling è un vero e proprio sport da palestra, ed esiste una scuola che forma gli istruttori. Si svolge in gruppi più o meno numerosi, dove l’istruttore si pone al centro e guida i partecipanti, utilizzando una colonna sonora musicale adatta a fornire i ritmi della pedalata. Una seduta dura in media 45-60 minuti, compresa una fase di riscaldamento iniziale e una di defaticamento finale, dove sarebbe opportuno eseguire esercizi di stretching.

Si utilizzano bike simili alle cyclette, ma dotate di un grosso volano sulla ruota anteriore per regolare la resistenza della pedalata e caratterizzate dalla presenza dello scatto fisso che consente di pedalare con grande agilità. Non si può quindi interrompere di colpo la pedalata ma, come nelle biciclette utilizzate nel ciclismo su pista, la pedalata deve essere continua. La difficoltà sta nell'adeguarsi al ritmo musicale, secondo le indicazioni che fornisce l’istruttore, ed eseguire, sempre con un certo ritmo, una serie di variazioni di pedalata con o senza uscita di sella, tenendo ben presente che se si smette di pedalare improvvisamente si possono subire forti contraccolpi alle caviglie e alle ginocchia e conseguenti possibili infortuni.

L’indoor cycling è un’attività sportiva caratterizzata da una componente anaerobica piuttosto importante: in certi momenti della lezione il metabolismo anaerobico viene fortemente sollecitato, pedalando con frequenze cardiache molto elevate ben oltre la la soglia anche per qualche minuto. È quindi necessario essere fisicamente a posto per dedicarsi a questa attività, sia dal punto di vista muscolare (gli arti inferiori), sia dal punto di vista cardio-respiratorio. Si tratta di un tipo di allenamento più consono ad atleti, cioè a coloro che praticano attività sportiva regolarmente e hanno già una buona preparazione fisica di base. In particolare è consigliabile per chi pratica il ciclismo, per la fase invernale della preparazione.

È indispensabile essere sempre in grado di valutare i propri limiti, senza lasciarsi trascinare dall’entusiasmo o dall’emulazione, così da non incorrere in situazioni di pericolo, a esempio problemi muscolo-tendinei: crampi e, come già detto, danni a caviglie e ginocchia. 

Quando si fa spinning è indispensabile monitorare la risposta cardiaca mediante l'impiego del cardiofrequenzimetro, conoscendo il proprio valore di soglia anaerobica. Questo si può ottenere in modo teorico, e quindi approssimativo, con un semplice calcolo: 70-80% della frequenza cardiaca massimale (220 meno l’età per gli uomini e 200 meno l’età per le donne). Il valore di FC così calcolato rappresenta - ripeto, in linea teorica - la propria soglia anaerobica; sarebbe consigliabile misurare davvero questo valore con l'utilizzo di test adeguati, a esempio il test da sforzo cardiopolmonare.

Lo spinning non è indicato per coloro che soffrono di cardiopatie o ipertensione arteriosa, anche se cstabilmente e adeguatamente curati. Lo stesso discorso vale per chi soffre di patologie muscolo-tendinee sia acute che croniche, visto che l'apparato muscolare degli arti inferiori è sollecitato in modo notevole nel corso di questa pratica sportiva. Infine i neofiti, chi si iscrive in palestra per la prima volta e comunque le persone sedentarie che si avvicinano allo spinning, dovrebbero affrontare un corso di indoor cycling per principianti in modo da costruire prima un’adeguata preparazione».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Stefano Aglieri - Istituto Clinico Humanitas

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti