Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Antipsicotici in gravidanza e sintomatologia neonatale

di
Pubblicato il: 23-02-2011
Sanihelp.it - La FDA americana (Food and Drug Adnìministration) in una nota ha comunicato che d’ora in poi molti degli antipsicotici in commercio riporteranno in etichetta una dicitura che ricorderà a chi li usa che se assunti durante la gravidanza possono indurre nel neonato, subito dopo la nascita, una sindrome da sospensione con movimenti muscolari anormali.

Questa sintomatologia è più probabile nei bambini nati da madri che hanno assunto antipsicotici anche durante il III trimestre di gravidanza.
L’etichetta degli antipsicotici, dunque, dovrà riportare informazioni più precise e dettagliate sui segni extrapiramidali che possono coinvolgere i neonati nati da donne che usano abitualmente antipsicotici.

Questi neonati oltre a sindrome da astinenza, movimenti stereotipati e involontari, possono manifestare anche disturbi dell’alimentazione, difficoltà respiratorie, tremori e sonnolenza.
I bambini nati da madri che hanno assunto antipsicotici per tutta la gravidanza vanno attentamente seguiti e monitorati subito dopo la nascita perchè la loro sintomatologia può regredire in pochi giorni o poche ore oppure per scomparire può richiedere anche una lunga ospedalizzazione.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Medscape Medical News

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti