Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Le malattie intestinali aumentano il rischio embolia

di
Pubblicato il: 23-02-2011
Sanihelp.it - Le malattie croniche intestinali spesso indicate con l’acronimo IBD (dall’inglese Inflammatory Bowel Disease) comprendono numerose affezioni che possono colpire l’intestino come il Morbo di Crohn o la colite ulcerativa; essere affetti da queste malattie aumenta il rischio di sviluppare embolia polmonare o trombosi venosa delle gambe soprattutto in giovane età: è quanto sostiene uno studio condotto presso l’università del North Carolina e pubblicato sulla rivista British Medical Journal.

I ricercatori hanno sottolineato come i ragazzi di vent’anni, ma anche più giovani affetti da IBD hanno un rischio 6 volte superiore rispetto ai loro coetanei non ammalati di sviluppare embolia polmonare.
Lo studio ha anche evidenziato come le IBD in giovane età sono causa di embolia polmonare o di trombosi delle gambe molto più che altre condizioni patologiche come il diabete, l’uso di farmaci antipsicotici, le terapie ormonali sostitutive che pure possono comportare fenomeni di aggregazione piastrinica di tipo patologico.

Le IBD , dunque, secondo questo studio sono un fattore di rischio per le embolie e quindi necessitano di adeguato trattamento preventivo


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
WebMD Health News

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti