Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

L'importante è mangiare ciò che piace

Più bravo a scuola se fai colazione

di
Pubblicato il: 22-03-2011

Uno studio dimostra che fare colazione migliora il rendimento a scuola. E se proprio il piccolo non vuole mangiare, puntiamo su alimenti golosi, a cui non può dire di no!

Più bravo a scuola se fai colazione © Photos.com Sanihelp.it - Numerosi studi dimostrano che le persone che consumano regolarmente la prima colazione hanno prestazioni migliori sia dal punto di vista fisico che intellettuale.

«Dopo il lungo digiuno notturno, la colazione ha il compito di fornire le risorse energetiche necessarie per affrontare la giornata – spiega il professor Umberto Castiello, direttore del Dipartimento di Psicologia Generale dell’Università degli Studi di Padova - Se la colazione non viene fatta o è poco adeguata, l’individuo ha una minor disponibilità di energie che si traduce in un peggioramento della performance (sia fisica che cognitiva) nelle prime ore della giornata. Nei bambini, in particolare, questo peggioramento si può manifestare in termini di ridotta capacità di concentrazione, che costituisce un ostacolo all’apprendimento che può riflettersi sui risultati scolastici».

A questo proposito, il dipartimento dell’Università di Padova negli ultimi 6 mesi ha portato avanti uno studio pilota con lo scopo di studiare la relazione tra il tipo di colazione che si assume e la capacità di mantenere la concentrazione nel tempo.

«È stato analizzato un campione di bambini tra gli 8 e i 10 anni, cosiddetti breakfast skipper, ossia che solitamente non fanno colazione, e ciascun bambino è stato testato dopo aver assunto due diversi modelli di colazione: cereali al cioccolato e crema spalmabile alla nocciola – racconta il professor Castiello - I risultati hanno confermato innanzitutto che fare colazione migliora la capacità di concentrazione rispetto a non farla. Inoltre è emerso un piccolo vantaggio per la colazione con crema spalmabile rispetto a quella con i cereali: i macronutrienti contenuti in questo tipo di prodotto, infatti, riescono ad aumentare il livello di concentrazione e a mantenerlo più a lungo nel tempo rispetto ai cereali».

Inoltre, i risultati evidenziano nei bambini la presenza di un tono dell’umore più positivo dopo aver fatto colazione, in particolare dopo aver consumato crema alla nocciola, risultando la più gradita e la più frequentemente scelta dai bambini (17 su 25).

L’aspetto della piacevolezza è fondamentale, soprattutto per quei bambini che si rifiutano di fare colazione. È bene, per convincerli a non uscire di casa a stomaco vuoto, puntare su proposte appetibili e gradite, assecondando i loro gusti, ma cercando al contempo di variare il più possibile la scelta e non facendo mai mancare tre tipologie di alimenti: il latte, una fonte di carboidrati complessi (biscotti secchi, fette biscottate, pane o cereali) e la frutta.

Infine, è bene sempre preferire il modello italiano (cereali, pane e crema spalmabile, pane e marmellata, ecc.) a quello americano, che determina un innalzamento glicemico maggiore (che si traduce in rischio di diabete).


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Milanopediatria 2010

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti