Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

I cibi ricchi di vitamina B contro la sindrome premestruale

di
Pubblicato il: 14-03-2011
Sanihelp.it - Le donne che mangiano cibi molto ricchi di vitamina B hanno meno probabilità di essere afflitte da sindrome premestruale: è quanto sostiene uno studio condotto presso l’università del Massachusetts e pubblicato sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition.

La dicitura sindrome premestruale raccoglie tutta la sintomatologia che può affliggere la donna poco prima del ciclo mestruale ovvero ritenzione idrica, mal di testa, umore depresso e così via; è stato stimato che circa una donna su sei soffre di tale di sindrome che di solito, nella sua forma più grave, viene affrontata con antidepressivi e pillola anticoncezionale.
La sindrome premestruale però, può essere curata anche attraverso una dieta oculata per questo motivo i ricercatori hanno seguito circa 3000 donne per 10 anni: durante questo intervallo temporale almeno 1050 donne hanno evidenziato in maniera più o meno marcata, i sintomi della sindrome premestruale come dolore addominale, ansia, depressione e irritabilità.

Questi sintomi possono essere fortemente ridotti se si adotta una dieta molto ricca di vitamine del gruppo B e in particolare molto ricca di tiamina e riboflavina, ovvero molto ricca di vitamina B1 e B2.
Cibi particolarmente ricchi di queste vitamine sono i cereali, le uova, la carne rossa e i fagioli secchi.
Lo stesso effetto benefico nello smorzare la sindrome premestruale non si è registrato aumentando i livelli di tiamina e riboflavina attraverso l’assunzione di integratori alimentari.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reuters Health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti