Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Per le vampate soia o ormoni?

di
Pubblicato il: 16-03-2011
Sanihelp.it - Le donne che soffrono di vampate di calore in menopausa trovano maggiore beneficio per la loro condizione se intraprendono una terapia sostitutiva ormonale piuttosto che se assumono preparati a base di soia: è quanto sostiene uno studio condotto presso la San Marcos University di Lima in Perù e pubblicato sulla rivista Menopause: The Journal of the North American Menopause Society.

Gli autori dell'articolo hanno revisionato 19 studi sull'argomento e hanno esaminato i dati relativi a 760 donne trattate con terapia ormonale sostitutiva e a 770 donne trattate con integratori alimentari a base di soia.
Dall'analisi di questi dati è risultato che le donne trattate con farmaci a base di ormoni registrano in media 24 vampate in meno al mese, mentre le donne che assumono integratori di soia vedono scendere di 12 il numero di vampate; in entrambi i casi le vampate sono meno numerose rispetto al numero che tormenta le donne che assumono placebo.

È stato infatti stimato che le donne in menopausa possono accusare dalle 30 alle 150 vampate di calore al mese.
La metanalisi ha indagato l'effetto sortito dalla terapia ormonale di sotituzione e dall'uso di integratori a bse di soia, ma non ha esaminato il numero di vampate in relazione all'assunzione di cibi a base di soia.
La terapia ormonale sostitutiva è stata accusata di aumentare il rischio di ictus, malattie cardiovascolari e tumore al seno: per questo tale terapia andrebbe consigliata solo in caso di caldane molto fastidiose,  per il minor lasso temporale possibile e alla minor dose efficace.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Reuters Health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti