Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Colonna vertebrale

Schiena in forma, ogni giorno

di
Pubblicato il: 22-03-2011

Avere una colonna vertebrale sana e in forma è fondamentale per la salute fisica e psichica dell'organismo. Occorre dunque prestare molta attenzione alla postura della schiena durante le azioni quotidiane

Schiena in forma, ogni giorno © Photos.com Sanihelp.it - Enrico Petrella, insegnante di yoga dal 2000, ha raccolto in un libro tanti esercizi yoga semplici e accessibili, per mantenere la schiena in forma: Il benessere della colonna vertebrale, Edizioni l'Età dell'Acquario.

La colonna vertebrale è l'asse portante di tutto il nostro corpo e occorre prendersene cura, attraverso due linee: la prima consiste nel dedicare un po' di tempo a una serie di esercizi per il benessere della colonna, la seconda riguarda l'attenzione alla postura della schiena durante le azioni di tutti i giorni. Vediamo alcune regole generali per mantenere in salute la colonna vertebrale.

Camminare: ognuno ha una sua particolare camminata, il più delle volte il modo di camminare non è meccanicamente corretto: c'è chi cammina con i piedi piatti, chi si appoggia sulle punte, chi sui talloni. Il modo corretto di camminare presuppone che il piede esegua un movimento di rullata sul terreno a partire dal tallone lungo tutta la pianta del piede, sino alle dita, in particolare l'alluce che è l'ultimo a staccarsi dal suolo. Chi cammina dovrebbe avere una posizione eretta, ma non rigida, con il baricentro che cade tra i due piedi. Avere un'andatura dondolante, spostanto in continuazione l'asse del corpo da una gamba all'altra, squilibra la normale azione sinergica e antagonista dei muscoli che sostengono la colonna vertebrale. Le braccia devono inoltre eseguire un movimento ritmico e coordinato con il passo: il braccio destro va portato in avanti quando si fa il passo con il piede sinistro e viceversa.

Stare seduti: la sedia dovrebbe avere un'altezza sufficiente per fornire un comodo appoggio alle natiche e alle cosce, permettendo ai piedi di appoggiarsi comodamente al suolo. La colonna vertebrale deve essere sostenuta dallo schienale della sedia, senza che la posizione assunta ne accentui o ne riduca le curvature naturali. L'altezza della scrivania e della sedia devono far sì che gli avambracci e le cosce lavorino su un piano orizzontale.

Una corretta postura al pc:
- sedersi con la schiena ben appoggiata, con i piedi ben appoggiati a terra;
- tenere la testa al centro delle spalle;
- mantenere le spalle rilassate;
- non piegare il collo da un lato;
- il monitor deve essere centrato davanti alla testa e a distanza e altezza adeguata: gli occhi sono all'altezza del top del monitor o poco al di sotto di esso;
- la distanza dal monitor deve essere di 65-70 centimetri (la lunghezza del proprio braccio);
- per lavorare comodamente i gomiti devono essere aderenti ai fianchi;
- mantenere gli avambracci distesi, formando un angolo di 90 gradi circa con le braccia;
- le mani e i polsi sono dritti e rilassati;
- usare tutto il braccio per muovere il mouse.

Stare in piedi: tutto il peso del corpo deve essere bilanciato al centro, esattamente tra i due piedi.

Stare sdraiati: occorre prestare attenzione alla posizione assunta dalla colonna vertebrale durante la notte, la salute della schiena dipende dalla combinazione materasso-rete-cuscino. Il materasso adeguato è quello che permette alla colonna di mantenere la giusta curvatura. Deve essere anche indeformabile, traspirante, capace di regolare la temperatura corporea e non provocare allergie.

Le reti non devono essere troppo morbide, non devono creare buchi e incavi, dannosi per la colonna vertebrale. Un letto è troppo morbido se, una volta sdraitici sopra, non si rotola facilmente da una parte all'altra. Un letto è troppo duro quando, da supini, riusciamo a far passare una mano sotto la schiena a livello della zona lombare: questo affatica le giunture delle anche e delle spalle, oltre a forzare la curvatura della colonna. 

Il letto ideale sostiene la colonna permettendo alle anche e alle spalle di seguire la loro curvatura naturale; da supini la colonna vertebrale forma una S poco accentuata, mentre, quando si è sul fianco, rimane dritta.

Il cuscino deve essere adatto alla posizione che si assume durante il sonno: ci sono cuscini studiati per le tre posizioni, supina, prona e sul fianco. Se si dorme con il cuscino sbagliato, si rischia pian piano di accusare disturbi alla schiena, al collo e agli arti superiori.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Il benessere della colonna vertebrale, L'Età dell'Acquario

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti