Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Wellness

Giordania: benessere in un regno

di
Pubblicato il: 21-03-2011

Il Regno hashemita di Giordania, che una volta affascinava gli antichi viaggiatori, continua ad attirare le nuove generazioni in una nazione moderna e dinamica, in cui natura fa rima con benessere.

Giordania: benessere in un regno © Redazione Sanihelp.it - Ammirare branchi di gazzelle, orici e uccelli migratori, accamparsi nel maestoso Wadi Rum o nella riserva di Dana, fare trekking seguendo i percorsi delle antiche carovane sugli altipiani di Moab ed Edom, attraversare le colline boscose della biblica Gilead o sperimentare la sensazione unica dei bagni di fango del Mar Morto: ecco solo alcune delle suggestioni della terra giordana (www.visitjordan.com).

Il crescente interesse per il mondo del benessere ha aumentato la popolarità degli impianti termali, in Giordania, complici le sorgenti terapeutiche naturali, è possibile dedicarsi a diverse attività per la rigenerazione di corpo e mente. Punto di forza e di fascino è senza dubbio il Mar Morto: a 410 metri al di sotto del livello del mare, il Mar Morto è la depressione più bassa del pianeta. La costa giordana del Mar Morto è uno dei paesaggi più spettacolari del mondo.

La principale attrazione del Mar Morto è naturalmente rappresentata dalle sue acque rilassanti e insolitamente salate: il loro tasso di salinità è pari al 31,5%, tanto che è letteralmente impossibile affondare. L'acqua contiene inoltre ben 21 minerali, con elevate concentrazioni di magnesio, sodio, potassio e bromo: 12 fra i minerali in questione non si trovano in alcun'altra massa d'acqua al mondo. Vari studi hanno dimostrato come la combinazione fra le acque del Mar Morto e i fanghi neri ricchi di minerali della costa presenti notevoli vantaggi terapeutici: facilita la circolazione, allevia dolori artritici e allergie e rivitalizza l'epidermide.

Il fango del Mar Morto, o pelloid, è un sedimento alluvionale ricco di minerali, saturo di componenti sulfurei. Conserva il calore e può essere spalmato sul corpo per purificare la pelle e alleviare dolori reumatici e collegati all'artrite.
Il calore, la bassa altitudine, l'atmosfera altamente ossigenata dell'area del Mar Morto si sono rivelate qualità benefiche per pazienti che devono essere sottoposti a interventi al cuore. I pazienti in attesa di sottoporsi a un intervento di bypass che hanno trascorso tre settimane sul Mar Morto hanno riportato meno complicazioni post-operatorie, come rigidità o disfunzioni diastoliche.

Per chi visita la zona del Mar Morto è imperdibile Hammamat Ma’in (le sorgenti termali di Ma’in). Le sorgenti si trovano a 264 metri al di sotto del livello del mare, in una splendida oasi desertica. Le acque di queste cascate ipertermali sono ricche di minerali. Le cascate, che traggono origine dalle piogge invernali sugli altipiani della Giordania, alimentano le 109 sorgenti calde e fredde della valle: l'acqua viene riscaldata fino a temperature di 63 gradi Celsius da una serie di fenditure laviche mentre scorre per la valle, prima di gettarsi nel fiume Zarqa.

Per gli amanti del mare invece, la località di Aqaba è l' ideale per concedersi un intervallo rilassante sulle sponde del Mar Rosso. In zona è possibile dedicarsi a immersioni e snorkeling, circondati da un'incontaminata barriera corallina. Spazio anche agli appassionati di nuoto, vela, windsurf e sci d'acqua ed è anche possibile ammirare la ricca fauna marina a bordo di una speciale imbarcazione dal fondo trasparente. Aqaba è nota per le sue acque tiepide e clima assolato e rappresenta una destinazione ideale durante tutto l'anno. Gli alberghi locali offrono eccellenti impianti termali.

A breve distanza da Aqaba, il Wadi Rum offre un'esperienza davvero unica e avventurosa. Si entra nel deserto sul dorso di un cammello o di un cavallo o a bordo di una jeep 4x4 con un beduino locale al volante e ci si trova immersi in un paesaggio caratterizzato da stupende rupi, canyon e sabbia color arancio a perdita d'occhio. L'arrampicata su roccia è un'attività molto popolare e i visitatori di tutto il mondo scelgono il Wadi Rum per affrontare le impegnative scalate.

Benché sia possibile visitarlo durante un'escursione giornaliera da Aqaba o Petra, il Wadi Rum svela tutta la sua magia a chi si concede una notte o due di campeggio sotto le stelle, nel silenzio del deserto.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
www.visitjordan.com

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti