Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Alimentazione in gravidanza

Come non farsi mancare il calcio

di
Pubblicato il: 25-03-2011

Per assicurarsi un buon apporto di calcio in gravidanza via libera a latte e yogurt, specialmente quelli che contengono anche la vitamina D, essenziale per l'assorbimento del calcio.

Come non farsi mancare il calcio © Photos.com Sanihelp.it - Non è importante solo la quantità di calcio contenuta in un alimento, ma anche la sua biodisponibilità, ovvero la capacità del minerale di rendersi disponibile nell’organismo una volta assunto. A parità di calcio contenuto in un alimento, infatti, l’entità del suo assorbimento varia in funzione delle interazioni che avvengono nell’intestino tra l’elemento e gli altri nutrienti.

Gli alimenti più ricchi di calcio in forma facilmente assimilabile sono latte, yogurt, formaggi e acque ricche di calcio (acque calciche). In generale, le linee guida per una sana alimentazione consigliano tre porzioni giornaliere (da 125 grammi l’una) di latte o yogurt (che apportano circa 450 mg di calcio) e tre porzioni settimanali di formaggio da 100 grammi l’una se fresco, o 50 grammi se stagionato.
Inoltre nei momenti in cui il fabbisogno di calcio aumenta, come per esempio in gravidanza e allattamento, può essere utile consumare uno yogurt ricco in calcio.

Alcuni alimenti di origine vegetale come spinaci, broccoli e bieta hanno un buon contenuto di calcio; purtroppo però gli ossalati e i fitati in essi contenuti ne riducono l’assorbimento intestinale.

Occorre anche ricordare che per garantire l’assorbimento intestinale del calcio è fondamentale la vitamina D, che interviene nella fissazione di calcio e fosforo nello scheletro. Il fabbisogno di questa vitamina è essenzialmente soddisfatto dall’esposizione al sole: l’azione dei raggi ultravioletti sulla pelle, infatti, attiva un derivato del colesterolo presente nella pelle e lo converte in vitamina D.

Occorre però tenere presente che le creme solari (che vanno sempre applicate, perché proteggono la pelle dai danni del sole), così come le creme idratanti e i cosmetici in generale, contengono filtri che riducono l’assorbimento di raggi UV e quindi anche la sintesi di vitamina D.

La vitamina D può essere assunta anche attraverso l’alimentazione. Purtroppo, essa è contenuta solo in pochi cibi (pesci grassi, uova, funghi) e in piccole quantità. Perciò si può optare per yogurt speciali che contengano, oltre al calcio, anche la vitamina D.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti