Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Salute in allattamento

Più salute per la mamma che allatta

di
Pubblicato il: 30-03-2011

Molti i benefici a breve e a lungo termine sulla salute della mamma che allatta: ossa più forti, cuore protetto, meno rischio di tumori e altre malattie.

Più salute per la mamma che allatta © Photos.com Sanihelp.it - Sono molti i benefici per il neonato allattato al seno: si ammala di meno (non solo per quanto riguarda le malattie infettive, respiratorie e intestinali, ma anche allergie,obesità e alcuni tumori) e ha un sistema immunitario più forte.

Il latte che la mamma produce è specifico per il proprio bambino, con una composizione ideale per le sue esigenze nutritive e di sviluppo, è ricco di sostanze biologicamente attive con molti effetti positivi: aiutano la digestione del bambino, rinforzano il suo sistema immunitario in maniera permanente, maturano il sistema nervoso e gli altri organi.

Ma allattare porta benefici anche alla mamma. La mamma che allatta avrà:

• una riduzione del rischio di cancro al seno
• un rafforzamento delle ossa, con minor rischio di andare incontro a osteoporosi nell’età senile
• un più rapido recupero del peso precedente alla gravidanza, specialmente quando l’allattamento si protrae oltre i primi mesi dopo il parto
• una protezione dal rischio di diabete di tipo 2: è quanto sostiene uno studio condotto presso l’università di Pittsburgh e pubblicato sulla rivista The American Journal of Medicine
minori rischi di attacco cardiaco, cardiopatie o ictus: secondo uno studio dell'University of Pittsburgh allattare per almeno un mese riduce il rischio di pressione alta e colesterolo alto, noti fattori di rischio cardiovascolare.

Infine, anche le donne che hanno avuto un tumore in giovane età possono trarre giovamento dall'allattamento, che aiuta a contrastare gli effetti collaterali a lungo termine della malattia. Ad affermarlo è uno studio pubblicato sul Journal of Cancer Survivorship, secondo cui gli effetti più frequenti di un tumore in età giovanile, cioè fragilità ossea, sindrome metabolica e rischio di nuovi tumori, possono essere contrastati dall'allattamento al seno.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti