Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Attualità

Stress, nemico numero uno per fido&Co.

di
Pubblicato il: 05-04-2011

Sono sempre di più gli animali da compagnia che si ammalano di stress: prima causa scatenante la solitudine che è in grado di mettere ko anche gli amici pelosi più vivaci.

Stress, nemico numero uno per fido&Co. © Photos.com Sanihelp.it - Sono sempre di più gli animali da compagnia che si ammalano di stress: prima causa scatenante la solitudine che è in grado di mettere ko anche gli amici pelosi più vivaci.

Sembra impossibile, ma i dati raccolti dall’AIDAA, Associazione Italiana in Difesa di Animali e Ambiente, lo confermano: anche cani e gatti soffrono del male del secolo e necessitano spesso dell’aiuto di uno psicologo.

A testimoniarlo sono i dati relativi alle consulenze rilasciate nel 2010 dagli sportelli on-line del tribunale degli animali dell’AIDAA.
Le 41.000 consulenze effettuate l’anno scorso riguardavano prevalentemente questioni di carattere legale, ma nella fase di predisposizione delle pratiche spesso emergeva che gli amici pelosi coinvolti erano affetti da stress e in ben 9.100 dei casi, dopo una visita dal veterinario di fiducia, veniva consigliato di far seguire l’animale da un esperto comportamentista: un vero e proprio psicologo felino/canino con il compito di correggere gli eccessi e i comportamenti strani di fido e micio.

I cani in particolare, se lasciati diverse ore da soli in casa, tendono a soffrire di solitudine; le reazioni sono ovviamente le più disparate: dall’abbaio, al lamento, fino alla totale distruzione di divani, poltrone e altri arredi.

In virtù dei dati raccolti nel 2010 l’AIDAA ha deciso di riaprire, dal prossimo 11 aprile, il servizio di consulenza educativa on-line per fido.

Chiunque potrà usufruire gratuitamente del servizio (gestito da un pool di educatori cinofili e comportamentisti professionisti) inviando una mail con le proprie domande e perplessità all’indirizzo di posta elettronica: consultorioanimali@libero.it

«Abbiamo voluto riaprire questo che è stato uno dei primi servizi online offerti da AIDAA proprio per venire incontro alle esigenze primarie di chi ha un cane che presenta comportamenti problematici.» ha dichiarato Lorenzo Croce, presidente nazionale di AIDAA «Le domande saranno visionate in base alla loro natura dagli educatori e dai comportamentisti veterinari. Ovviamente il nostro è un servizio di consulenza di primo livello e a fronte di situazioni comportamentali gravi invitiamo da subito a rivolgersi prima al proprio veterinario e poi, se del caso, alla figura specializzata che verrà indicata dallo stesso veterinario. Ciò non toglie che ci aspettiamo un grande numero di richieste e per questo se ci sono dei comportamentisti e degli educatori cinofili che si vogliono unire alla nostra equipe sono ben accetti»


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
AIDAA

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti