Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Vegetariani, salute cardiovascolare: un rapporto da chiarire

di
Pubblicato il: 11-04-2011
Sanihelp.it - Secondi alcuni studi le persone vegetariane godono di una migliore salute cardiovascolare, ma uno studio condotto in Cina e pubblicato sulla rivista Journal of Agricoltural and Food Chemistry sostiene che i vegetariani possono avere problemi cardiaci a causa di carenze di vitamina B12 e acidi grassi omega-3; tali carenze si possono ingenerare soprattutto nei vegani stretti cioè in coloro che escludono dalla loro alimentazione carne, pesce, uova e latte.

Secondo i ricercatori carenze di vitamina B12 e omega-3 producono un’innalzamento nei livelli dell'aminoacido omocisteina e un’abbassamento nei livelli di colesterolo buono (HDL) , entrambi fattori predisponenti alle patologie cardiovascolari.

Per questo motivo sarebbe bene che i vegani stretti integrassero la vitamina B12 nella loro dieta attraverso il consumo di alghe o cereali fortificati e gli omega-3 attraverso l’assunzione di oli vegetali come l’olio di semi di lino.
È anche vero però che chi è vegetariano gode dei vantaggi prodotti da una dieta ad alto contenuto di fibre, magnesio vitamine C ed E e antiossidanti


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
WebMD Health News

© 2017 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti