Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Alimentazione infantile

Bimbi: sì a spuntino e merenda

di
Pubblicato il: 19-04-2011

Una ricerca rivela che i bambini non saltano i break tra un pasto e l'altro, ma che spesso non mangiano cibi adeguati. L'esperta: sì a frutta, latte e yogurt.

Bimbi: sì a spuntino e merenda © Photos.com Sanihelp.it - Mamme promosse nelle abitudini alimentari dei figli: rispettano l’indicazione degli esperti di dividere l’apporto giornaliero di cibi in cinque pasti e non fanno mai mancare ai loro bimbi lo spuntino di metà mattina e la merenda del pomeriggio, indispensabili spezza-fame per evitare sia le abbuffate a tavola che i cali di energia durante la giornata.

È quanto emerge dalla prima delle tre edizioni dell’Osservatorio Nutrikid Nestlé, programma di educazione alimentare condotto nell'anno scolastico 2010 - 2011 nelle scuole primarie di otto città italiane, in collaborazione con la Clinica Pediatrica dell’Ospedale San Paolo di Milano e con SPES – Società per l’Educazione alla Salute. Il progetto coinvolge in totale circa 72.000 bambini distribuiti in 3.600 classi.

Dall’analisi di oltre 1.000 questionari compilati dalle famiglie emerge che l’89.5% dei piccoli italiani consuma giornalmente lo spuntino mattutino e il 97.2% la merenda pomeridiana. Buone abitudini, praticate non solo a scuola ma anche a casa e durante il tempo libero.

«Tuttavia, i risultati indicano che lo spuntino mattutino e la merenda pomeridiana sono sovente non nutrizionalmente adeguati - commenta la dottoressa Elvira Verduci, della Clinica Pediatrica Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano - Merendine preconfezionate (44.7%), panini farciti (38.2%), focaccia/pizza (23.2%) sono gli alimenti maggiormente assunti durante lo spuntino mattutino. La frutta è consumata da circa un quarto dei bambini. Nel pomeriggio, merendine preconfezionate (43.1%) e panini farciti (43.0%) ancora sono i cibi più assunti, cresce il consumo di focaccia/pizza (37.2%), diminuisce quello della frutta (21.3%). In entrambe le occasioni succo di frutta e tè sono le bevande preferite».

Quali consigli dunque per i genitori? «Il consumo di frutta, in particolare fresca e di stagione, dovrebbe essere incentivato anche durante lo spuntino mattutino e la merenda – spiega l’esperta - In verità, è tuttora elevata la percentuale di genitori (40.6%) che avvertono difficoltà a somministrare ai loro bambini frutta fresca e verdure più di una volta al giorno, quando sarebbe bene assumessero più porzioni giornaliere, preferibilmente variandone il tipo nel corso della settimana».

Buoni alleati, durante spuntino e merenda, anche latte e yogurt, sempre considerando pasti e alimenti non singolarmente ma entro una equilibrata composizione dietetica giornaliera.

Dal 2° anno di vita il bambino manifesta i suoi gusti e le sue preferenze in modo più deciso: la frutta può essere proposta, a seconda delle preferenze del piccino, fresca a pezzetti o sotto forma di spremuta o di frullato con latte o yogurt.

Bisogna inoltre ricordare che è bene non forzare il figlio perché è controproducente, è invece fondamentale l’esempio: se in famiglia si mangia regolarmente frutta sarà più facile che i bambini inizino a consumare con gusto questi preziosi alimenti.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Osservatorio Nutrikid NestlÚ

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti