Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Salute in gravidanza

Lotta all'ultima smagliatura

di
Pubblicato il: 18-04-2011

Le smagliature sono il segno che il corpo sta cambiando. Cancellarle è impossibile, invece prevenirle è semplice, basta mangiare bene, muoversi e usare prodotti specifici.

Lotta all'ultima smagliatura © Photos.com Sanihelp.it - Le strisce bianche che rovinano l’aspetto di gambe, seno e pancia in gravidanza si chiamano strie atrofiche o, come tutti le conosciamo, smagliature e, una volta comparse, non è possibile eliminarle. Molto si può fare invece per la prevenzione, a tavola ma non solo.

Si presentano come aree infossate simili a cicatrici, raggruppate a due o a tre e di colore rosso (primo stadio, quello infiammatorio) o bianco (secondo stadio: fase cicatriziale). Si formano a partire da una rottura del tessuto connettivale del derma che, sottoposto a eccessiva tensione, perde la sua elasticità e subisce una lesione. In gravidanza ciò è una conseguenza dell’aumento di peso: il tessuto connettivo, stressato dalla dilatazione repentina, subisce degli strappi.

Fianchi e addome sono le zone più colpite in dolce attesa, mentre sul seno si formano più di frequente durante l’allattamento, quando la pelle subisce un nuovo stress.

Per prevenirle, è bene seguire un’alimentazione equilibrata e tenere sotto controllo l’aumento di peso, per evitare l’effetto yo-yo o effetto fisarmonica che è il fattore predisponente maggiore. Inoltre esistono altri fattori che agiscono negativamente sulla pelle: una dieta sregolata, lo stress (che influisce sul metabolismo e quindi sulle variazioni di peso), la sedentarietà e la disidratazione.

Frutta e verdura, ricche di oligoelementi, vitamina A, C ed E aiutano la pelle a mantenersi morbida ed elastica, oltre a combatterne il precoce invecchiamento. Altro amico della pelle è l’acqua: berne un litro al giorno rende la pelle elastica e flessibile. Da evitare il fumo, nemico della vascolarizzazione cutanea.

Localmente, è bene applicare fin dai primissimi giorni di gravidanza e anche dopo il parto prodotti elasticizzati a base di elastina, collagene, biostimoline, vitamine ed estratti di placenta. Il principio attivo più utilizzato alle future mamme è l’olio di mandorle dolci, dalle riconosciute proprietà elasticizzanti e naturale al 100%, quindi sicuro per la mamma e il bambino.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti