Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

L'Nfg, scoperto dalla Montalcini, contro le piaghe da decubito.

di
Pubblicato il: 21-10-2003

Un'applicazione spray del fattore di crescita nervoso (Ngf) scoperto dal premio Nobel Rita Levi Montalcini, si è dimostrato una cura valida e rapida per le piaghe da decubito, le ferite che affliggono migliaia di persone, soprattutto anziani immobilizzati

Sanihelp.it - Una studio condotto da un gruppo di ricercatori dell'università cattolica, coordinati dal professor Roberto Bernabei ha fornito risultati interessanti sull’applicazione dell’Nfg. «Lo studio», spiega Bernabei, «mostra chiaramente l'efficacia dell’Ngf nel trattamento delle piaghe da decubito offrendo finalmente una scelta valida per la cura di questa malattia la cui prevenzione e gestione costituisce uno degli indici più sensibili della qualità dell'assistenza per gli anziani. Fino ad oggi», sottolinea il geriatra, «non erano disponibili farmaci efficaci nel trattamento di questa condizione».

Le piaghe da decubito, o ulcere da pressione, insorgono in seguito a malattie che costringono all'immobilità a letto o su sedia a rotelle e rendono il soggetto che ne è affetto un paziente ad elevato bisogno assistenziale la cui gestione richiede mezzi, personale e costi elevati.

Le piaghe possono insorgere a qualsiasi età, ma sono più frequenti nel paziente anziano: si stima che l'11% dei soggetti ospedalizzati di età superiore a 65 anni vada incontro a tale patologia. In pazienti ricoverati l'incidenza delle piaghe da decubito è maggiore, con tassi che arrivano al 25% di tutti gli ospiti.

Alterazioni dello stato di coscienza, tempo di degenza a letto, accidenti cerebrovascolari e disordini nutrizionali sono i fattori di rischio che hanno una correlazione più significativa per lo sviluppo delle piaghe. Il fattore età gioca un ruolo molto importante: l’epidermide dell'anziano è infatti più vulnerabile a causa di numerosi fattori quali la ridotta capacità rigenerativa e la degenerazione delle fibre elastiche.

Lo studio, al quale ha lavorato il geriatra Francesco Landi, è stato condotto su 40 anziani di età compresa tra i 73 e i 93 anni con ulcere da decubito. Per ciascun paziente è stata misurata la superficie dell'ulcera e definito il livello di gravità della piaga. I pazienti sono stati poi divisi in due gruppi, uno trattato con la terapia convenzionale, l’altro con applicazioni locali dello spray contenente il fattore di crescita omologo a quello umano. A sei settimane dall' inizio dello studio, nel gruppo trattato con Ngf la riduzione delle area delle ulcere era statisticamente significativa rispetto al gruppo di controllo e già a 4 settimane dall'inizio del trattamento l'area della piaga si era ridotta del 50%.

Individuato agli inizi degli anni 50 dalla professoressa Rita Levi Montalcini, l'Ngf sembra ora trovare le giste applicazioni pratiche anche con l’aiuto delle tecniche di biotecnologia.

Fonte:Ansa


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti