Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Come fare se tuo figlio manifesta disturbi alimentari

I campanelli d'allarme

di
Pubblicato il: 28-04-2011

La dottoressa Carmen Mellado, psichiatra, presenta quelli che possono essere i campanelli d'allarme con cui si manifesta un disturbo alimentare nei ragazzi.

I campanelli d'allarme © Photos.com Sanihelp.it - «Da cosa capisco se mia figlia ha un disturbo alimentare? Ci sono sintomi specifici?». Risponde la dottoressa Carmen Mellado, psichiatra e già direttrice del dipartimento di Psichiatria dell'Ospedale Luigi Sacco di Milano, collaboratrice del Progetto Itaca, un'associazione di volontari per la salute mentale, presente in tutta Italia (www.progettoitaca.org).

Il genitore deve iniziare a preoccuparsi quando si rende conto che la propria figlia diventa matta se prende un chilo, se manifesta cioè un'intensa paura di ingrassare, se è ossessionata dall'estetica. Il disturbo principe dei DCA è la dismorfofobia: l'alterazione della percezione della propria corporeità, le ragazze guardandosi allo specchio non si vedono come sono realmente, ma vedono solo grasso e chili in eccesso

Le ragazze affette da questi disturbi si controllano ossessivamente pancia e fianchi, iniziano a eliminare dalla loro alimentazione tutti i cibi ritenuti cattivi perché ingrassanti, hanno una vera fissazione per le calorie, tendono a spezzettare il cibo in pezzi minuscoli prima di mangiarlo (spesso poi li si ritrova in giro, buttati via o nascosti), mangiano molto lemtamente e bevono moltissima acqua.

Le ragazze tendono spesso a saltare i pasti dicendo di aver mangiato fuori, magari con le amiche, alternano vere e proprie abbuffate a momenti di digiuno, tentano di bruciare le calorie facendo un'esagerata attività fisica.

Il grasso è il nemico, il peccato mortale, non ascoltare il proprio corpo è una vittoria. In alcuni casi cedono ai morsi della fame e allora mangiano, magari alzandosi anche durante la notte, ma poi il senso di colpa prende il sopravvento e porta con sè depressione, frustrazione e fallimento.

Le ragazze passano spesso da stadi di anoressia a stadi di bulimia, l'anoressia in genere insorge più precocemente. Un altro tratto distintivo è l'isolamento: le ragazze tendono a uscire poco, a stare da sole. Le ragazze con DCA soffrono di irritabilità e di lieve depressione, hanno spesso freddo e si coprono molto per mascherare il loro corpo, si lamentano di stipsi.
In alcuni casi cadono i capelli, si spezzano le unghie e a causa del vomito autoindotto emergono feritine intorno alle labbra.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Carmen Mellado, www.progettoitaca.org

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti