Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Allergie: scoperto ruolo chiave di una molecola

di
Pubblicato il: 10-05-2011
Sanihelp.it - Un altro tassello si aggiunge nella comprensione dei meccanismi che scatenano le reazioni allergiche nell’uomo in aumento soprattutto tra i bambini come la rinite allergica e anche in altri differenti processi patologici tra i quali la dermatite atopica, orticaria, asma, aterosclerosi, anafilassi.

Il gruppo di ricerca coordinato da Antonio Filippini, professore di Istologia all'Università Sapienza di Roma, in collaborazione con i colleghi del dipartimento di Farmacologia dell’Università di Oxford ha identificato la molecola responsabile di un nuovo e specifico meccanismo coinvolto nel processo infiammatorio innescato dall’istamina, la causa principale e più immediata delle reazioni infiammatorie e dei sintomi di allergia.

Il team di ricercatori della Sapienza ha osservato che inibendo la molecola che causa il rilascio di calcio dai depositi intracellulari, il NAADP, vengono bloccati i principali effetti biologici indotti dall’istamina: tra questi anche la secrezione del fattore di von Willebrand, molecola chiave del processo coagulativo, dell’angiogenesi e mediatore degli effetti infiammatori sull’endotelio vascolare.

Nella patologia umana l’istamina scatena sintomi acuti proprio in conseguenza di una rapidissima azione sulle cellule endoteliali e l’individuazione di farmaci che agiscano sulle molecole coinvolte in questo processo apre scenari innovativi nella terapia delle reazioni anafilattiche.
Infatti il singolo blocco dei recettori dell’istamina, ottenuto con i farmaci anti-istaminici H1 di seconda generazione, dimostra in alcuni casi un’utilità limitata in quanto non vengono bloccate le complesse interazioni e gli effetti ridondanti dei differenti agenti infiammatori.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Università La Sapienza

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti