Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Mamma e bambino

Per una cameretta accogliente

di
Pubblicato il: 01-06-2011

I neonati hanno esigenze particolari rispetto agli ambienti in cui vivono; il consiglio è di prepararsi per tempo al loro arrivo. Un'attenzione speciale merita senza dubbio la cameretta, che accompagnerà la sua crescita.

Per una cameretta accogliente © Photos.com Sanihelp.it - Paola Di Pietro in I primi mesi di vita del bambino (Red edizioni) prova a fornire un quadro di quelle che potrebbero essere le attenzioni giuste nel pensare alla cameretta del piccolo di casa. L'ideale sarebbe avere una stanza tutta per il bambino, ma qualora la realtà abitativa non lo consentisse, gli si può anche riservare uno spazio nella camera matrimoniale. 

Il pavimento deve essere caldo, semplice da pulire e non scivoloso, per alleggerire le incombenze domestiche e per consentire al bambino di muovere i primi passi in sicurezza e di poter giocare comodamente a terra senza il rischio di raffreddarsi. Il pavimento migliore è quello in parquet o in sughero, l'importante è che non sia trattato con vernici sintetiche, che tendono a sfaldarsi con il passare del tempo emettendo sostanze nocive. Meglio evitare tappeti e moquette, dove più facilmente si annidano acari e polvere.

Le pareti possono essere tinteggiate con pitture murali e vernici naturali, che scongiurano il rischi di emissioni dannose. La tempera è migliore della carta da parati: non necessita di collanti (con conseguenti emissioni tossiche nell'aria) ed è più facile da rinnovare. Attenzione ai colori: per favorire un ambiente sereno e rilassante è consigliabile scegliere colori tenui, come celeste, pesca, giallo, verde acqua. La cameretta può essere anche arredata con adesivi ad hoc: creano un ambiente allegro, accogliente e stimolante.

I mobili vanno scelti con cura, devono rispondere ai criteri di praticità, funzionalità ed essenzialità. Devono avere linee morbide ed essere privi di spigoli (oppure con angoli arrotondati), per evitare che il bambino si faccia male urtandovi contro. Anche le tende devono essere semplici, meglio se in fibre naturali e lavabili in lavatrice.

La luce migliore è quella naturale, perciò la stanza del bambino dovrebbe essere ben esposta e con un'ampia finestra, facendo attenzione che il sole non raggiunga direttamente la culla o il lettino. Luce artificiale a incandescenza (no al neon) e posta in alto.

Per quel che riguarda la temperatura invece, durante il giorno dovrebbe essere intorno ai 20 gradi, durante la notte di un paio di gradi in meno. La cameretta va arieggiata spesso, anche in inverno, e si consiglia l'uso di un umodificatore nei mesi in cui si accende il riscaldamento, altrimenti l'aria è troppo secca.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
I primi mesi di vita del bambino - Red edizioni

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti