Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Impostare l'allenamento: conoscere la soglia anaerobica.

di
Pubblicato il: 02-12-2003

La soglia anaerobica è il parametro fondamentale per impostare un allenamento in base alle caratteristiche dell'atleta. Svolgere esercizi al di sotto e al di sopra della soglia anaerobica permette di migliorarsi

Sanihelp.it - La soglia anaerobica è quel valore di velocità e frequenza cardiaca a comincia ad accumularsi acido lattico nel sangue.

«In passato il valore di lattato alla soglia era considerato di 4 mmoli/l, studi recenti, in particolare quelli condotti dal gruppo di lavoro di Zurigo coordinato dal Urs Boutelier, hanno dimostrato che questo valore è individuale e varia da persona a persona.

Per esempio si potrebbe verificare il caso di uno sportivo che ha un valore di lattato alla soglia pari a 5-6 mmoli/l, mentre una persona non allenata raggiunge la soglia con 3 mmoli/l». Spiega Nathalie Biasolo, fisiologa e atleta.

L’allenamento condotto alla frequenza cardiaca e alla velocità di soglia è quello che permette il miglioramento, per un principiante è sufficiente eseguire certi tipi di esercizi una volta alla settimana.

Sono diversi i modi di calcolare la soglia anaerobica. Esistono metodi più o meno scientifici, a seconda delle necessità si può preferire un metodo a un altro. Diciamo che quelli più conosciuti sono il test di Conconi e le rilevazioni mediante un test di laboratorio.

Il test di Conconi
Il test di Conconi è un metodo per rilevare la soglia anaerobica attraverso la misurazione della velocità e della frequenza cardiaca di un soggetto mentre compie uno sforzo.

In genere il test si effettua in pista, percorrendo una distanza tra i tre e i quattro km. In pratica l'atleta corre a una velocità crescente, ogni 200 metri viene rilevato il tempo percorso e la frequenza cardiaca.

Dopo avere raccolto tutti i dati si calcolano le velocità corrispondenti ai diversi tratti di 200 metri percorsi. I valori di velocità e frequenze cardiache possono essere così posti su due assi cartesiani.

Osservando il grafico che si ottiene incrociando i valori si noterà che la frequenza cesserà di salire linearmente ad una certa velocità, questo punto rappresenta la soglia anaerobica dell'atleta.

Chiaramente questo test non offre un perfetto grado di precisione, perché l'atleta non può aumentare linearmente la velocità però resta un ottimo strumento per il calcolo della soglia anaerobica.


Il test in laboratorio
Si tratta di un test a gradini eseguito su un tapis roulant.ogni due minuti viene aumentata la velocità e viene misurata la frequenza cardiaca la concentrazione di acido lattico attraverso un prelievo che solitamente viene praticato al lobo dell'orecchio perché è una parte del corpo poco dolorosa e soprattutto perché si evita di mischiare il sangue al sudore.

I dati raccolti vengono messi in un grafico e interpretati.



Una volta conosciuti i propri valori di riferimento si possono impostare i carichi di allenamento: dall'adattamento alla fase di rifinitura finale.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti