Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Un animale domestico per ridurre il rischio allergie

di
Pubblicato il: 14-06-2011
Sanihelp.it - Se durante il primo anno di vita del bambino in casa ci sono un cane o un gatto si  minimizza il rischio di sviluppare allergia all’animale domestico da parte del bambino: è quanto sostiene uno studio condotto presso l’ Henry Ford Hospital di Detroit e pubblicato sulla rivista Clinical & Experimental Allergy.

Gli autori dello studio hanno seguito 566 fra ragazzi e ragazze dal momento della nascita e fino al compimento del diciottesimo anno di età e hanno scoperto che quelli che durante il primo anno di vita sono cresciuti con un cane o un gatto in casa si sono rivelati i meno sensibilizzati, all’età di 18 anni, ad allergie verso gli animali da compagnia.

I bambini che sono stati a contatto con cani o gatti durante la prima infanzia, ma non durante il primo anno di vita non hanno potuto beneficiare dello stesso effetto protettivo.
Questo studio rassicura i genitori che sono spaventati dall’avere un gatto o un cane in casa quando mettono al mondo un figlio.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
WebMD Health News

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti