Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Arriva il sedile per auto che avvisa in caso di infarto

di
Pubblicato il: 21-06-2011
Sanihelp.it - Il rischio di problemi al cuore aumenta con l’età e il continuo innalzamento dell’età media della popolazione europea incrementa la possibilità che si verifichi un infarto mentre si è alla guida. La percentuale degli over-65 in Europa è più che raddoppiata tra il 1950 e il 2000, passando dal 9.1% al 20.6%. Secondo le attuali previsioni, entro il 2025 la percentuale degli over-65 sarà del 22.7, e supererà il 30% nel 2050. Alcune nazioni europee attualmente vedono crescere l’aspettativa di vita di tre mesi ogni anno.

Dalla collaborazione di Ford e l’università di Aachen nasce il primo sedile in grado di monitorare il battito cardiaco e avvisare il conducente sul rischio di un imminente evento acuto.

I sensori riconoscono gli impulsi elettrici generati dal cuore, trasformandoli in segnali che possono essere analizzati da esperti, medici, o anche da software medicali. In questo modo è possibile creare un collegamento a sistemi diagnostici remoti e con gli strumenti di sicurezza dei veicoli Ford, che in questo modo possono avvisare il guidatore di qualsiasi problema cardiovascolare, come per esempio un infarto imminente.

I vantaggi risiedono principalmente nella possibilità di avvisare questa crescente base di guidatori potenzialmente vulnerabili di qualsiasi cambiamento nel comportamento del loro cuore, con tempestività e in tempo per evitare il peggio. Il sistema può essere utilizzato per verificare anche i sintomi di altri disturbi e malattie.

Consta di sei sensori, posizionati sullo schienale del sedile. Gli elettrodi, assolutamente non invasivi, sono stati progettati per riconoscere la firma elettrica del battito cardiaco anche attraverso i vestiti, senza essere a contatto con la pelle.
Ora si stanno apportando delle modifiche per far sì che funzionino correttamente anche attraverso tessuti sintetici e lana, che causano interferenze elettriche, ma attualmente si riesce a ottenere un segnale forte anche attraverso ben 10 strati di cotone.

In base ai test effettuati, il 90-95 dei rilevamenti effettuati alla guida sono risultati accurati per il 98% del tempo della misurazione, nonostante si tratti ancora delle prime fasi di sviluppo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ford

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti