Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Carenza di vitamina D in gravidanza

di
Pubblicato il: 27-06-2011

L'American Congress f Obstetricians and Gynecologist (ACOG) non raccomanda lo screening per la vitamina D durante la gestazione anche se…

Carenza di vitamina D in gravidanza © Photos.com Sanihelp.it - La vitamina D durante la gravidanza è importante per la corretta assimilazione del calcio e per uno sviluppo osseo ottimale del feto: una grave carenza di vitamina D durante la gravidanza si traduce con uno sviluppo osseo scheletrico anormale del nascituro, patologie ossee congenite e aumentata probabilità di fratture nel neonato. La vitamina D è una vitamina che si sintetizza attraverso la pelle per esposizione al sole, si ritrova in alcuni alimenti, ma poiché non è molto presente nel cibo sono disponibili in commercio alimenti fortificati con la vitamina D proprio per evitarne la carenza. La mancanza di vitamina D durante la gravidanza si può riscontrare fra le donne vegetariane in senso stretto, fra quelle che si espongono difficilmente al sole o fra le donne  di colore  per le quali la sintesi di vitamina D attraverso la pelle avviene più lentamente. In un articolo recentemente pubblicato sulla rivista internazionale Obstetrics and Gynecology si raccomanda lo screening per la vitamina D solo per le donne a rischio carenza: gli autori dello studio concordano nel consigliare un introito giornaliero di vitamina D pari a 1000-2000 UI (Unità Internazionali), una quantità facilmente raggiungibile attraverso una responsabile esposizione ai raggi del sole e un'alimentazione varia ed equilibrata, con un occhio di riguardo per la scelta anche di prodotti fortificati con vitamina D.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti