Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Prevenzione

Abitudini alimentari e tumori

di
Pubblicato il: 12-07-2011

Un numero crescente di studi sta dimostrando l'importanza di una sana alimentazione nella prevenzione del tumore. Alcune neoplasie sono infatti più sensibili di altre agli effetti del cibo.

Abitudini alimentari e tumori © Photos.com Sanihelp.it - L’American Institute for Cancer Research ha calcolato che le cattive abitudini alimentari sono responsabili di circa tre tumori su dieci. In alcuni casi questo dipende dalla presenza in alcuni cibi di sostanze che favoriscono lo sviluppo della malattia:

- I nitriti e i nitrati impiegati per conservare i salumi facilitano la comparsa del tumore dello stomaco. In Italia infatti questa malattia è più diffusa nelle regioni in cui il consumo degli insaccati è maggiore.

- Alcuni alimenti possono essere contaminati dalle aflatossine, liberate da determinate muffe nel mais o in altre granaglie e legumi mal conservati. Le aflatossine, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo, sono responsabili di molti tumori al fegato.

- In generale un'alimentazione ricca di grassi e proteine animali favorisce la comparsa della malattia, mentre la preferenza per gli alimenti ricchi di fibre, vitamine e oligoelementi (per esempio cereali integrali, legumi e verdure) sembra avere un effetto protettivo.

L’European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition (EPIC) ha indagato sulle conseguenze per la salute delle abitudini alimentari degli europei; allo studio hanno contribuito diversi scienziati italiani, sostenuti dall'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC). I tumori dell’apparato gastrointestinale (in particolare quelli dell’esofago, dello stomaco e del colon-retto) sono quelli che risentono maggiormente della quantità e della qualità dei cibi: si calcola che fino a tre quarti di questi tumori si potrebbero prevenire mangiando meglio a tavola.

La scelta dei cibi risulta importante anche per il tumore del fegato, organo attraverso cui passano tutte le sostanze assorbite dall’intestino ed esposto ai danni provocati da eventuali elementi cancerogeni.
L’azione locale di alcune sostanze (come ad esempio l’etanolo contenuto nelle bevande alcoliche) può favorire inoltre lo sviluppo di tumori della bocca o della gola.

Ulteriori studi hanno evidenziato come l’azione del cibo sul rischio di tumore sia molto più estesa:le scelte alimentari influiscono sullo stato di infiammazione che può predisporre a ogni forma di neoplasia e sull’equilibrio ormonale che può favorire od ostacolare lo sviluppo dei tumori della prostata, del seno, dell’ovaio, della superficie interna dell’utero e dell’endometrio.




FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
AIRC

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti