Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Estate

Bimbi in acqua!

di
Pubblicato il: 15-07-2011

La campagna Educazione Acquatica in collaborazione con il Ministero della Salute punta a sensibilizzare i genitori sull'importanza di un approccio all'acquaticità in tutta sicurezza. Ecco il decalogo del buon genitore.

Bimbi in acqua! © Photos.com Sanihelp.it - 1. Educa i tuoi figli a una buona acquaticità, dai primi bagnetti alla prima scoperta del mare: se non sai come affrontare con sicurezza l’ambiente acquatico informati con attenzione.

2. Ricorda che ogni bambino ha i suoi tempi: stimola la sua acquaticità rispettandone i tempi di apprendimento. La comunicazione, il gioco e la prudenza sono alla base di tutto.

3. Ricorda che la confidenza dell’acqua sul viso va stimolata con specifiche procedure e che la corretta respirazione in acqua è il vero ABC dell’ambiente acquatico.

4. Tieni sempre a vista i bambini nelle piscine, nei parchi acquatici e nei tratti di mare, anche se sono sorvegliati dai bagnini; non perderi di vista anche quando hanno i braccioli o altri ausili per il galleggiamento.

5. Non togliere i braccioli o un bracciolo per vedere se il bambino sta a galla, ma sgonfiali gradualmente e verifica dinamicità e galleggiamento.

6. In acqua con i tuoi bambini gioca, divertiti ma valuta sempre le tue e le loro capacità natatorie. Inoltre rispetta e fai rispettare ai tuoi figli i divieti di balneazione.

7. La maggior parte di laghi e dei fiumi non è balneabile: In acque torbide e prive di sorveglianza evita la balneazione anche se sei un nuotatore esperto. Ogni azione genera una conseguenza: non avere comportamenti eccessivi e sii un genitore prudente.

8. Ricordati che l’apnea è pericolosa anche in un metro d’acqua! Fai ammirare i fondali ai tuoi bambini, ma al primo bisogno di respirare digli di riemergere. Nell’apnea utilizza sempre il sistema di coppia: uno in superficie e l’altro si immerge e utilizza sempre il pallone segnasub!

9. Attenti a dove vi tuffate: il fondo deve essere libero e la profondità deve essere adatta a evitare incidenti. Inoltre rispettate l’ambiente acquatico marino: guardare e non toccare. Alcune specie possono essere pericolose!

10. In barca o sul gommone prendi visione delle norme. Indossa e fai indossare il giubbetto salvagente ai bambini. Se avvisti una boa con una bandierina stai almeno a 100 metri di distanza, significa che c’è un subacqueo in immersione.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
www.educazioneacquatica.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti