Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Guida alla scelta del make up d'estate

D'estate, terra o fard?

di
Pubblicato il: 19-07-2011

Il fard scolpisce i tratti e illumina il colore naturale del viso, abbronzato o no. La terra esalta la tintarella e fa sembrare abbronzata anche quando il sole non c'è. Tu cosa preferisci?

D'estate, terra o fard? © Photos.com Sanihelp.it - Spesso vengono confusi, ma in realtà la loro funzione e il loro utilizzo sono ben diversi. Fard e terre servono entrambi a dare un tocco finale al make up, ma bisogna sceglierli con cura e saperli usare con attenzione se non si vuole ottenere un effetto innaturale o peggio ancora a macchie.

La funzione del fard (o blush) è quella di rendere le guance colorite e ravvivare il colorito naturale del viso. Infatti esistono diverse tonalità, dal rosa tenue fino al bronzo dorato. La scelta del colore non deve discostarsi troppo dal’incarnato naturale. Le terre invece sono argille micronizzate con l’aggiunta di particelle luccicanti che danno al viso una tonalità dorata, rame o terracotta, infatti si usano per sembrare più abbronzate o esaltare la tintarella già acquistata.

Il blush si applica partendo dalle tempie verso il centro delle guance, un po’ più in alto delle pinne del naso. Per dare freschezza al viso si può sfumare la polvere che rimane sul pennello ai lati della fronte, verso l’attaccatura dei capelli.

Con una certa sapienza d’applicazione, si può anche usarlo per modellare il volto. Per esempio, per dare più forma a un viso allungato si può applicare un po’ di fard al centro delle guance e sulla punta del mento, mentre un viso largo sembra più stretto se si applica il prodotto dalle tempie verso il centro delle guance.

A differenza del fard, che si applica in punti strategici del viso, la terra si spolverizza su tutto il volto. Si può anche osare un tocco di luce su décolleté, spalle, interno dei seni, braccia e gambe, per un effetto gold. Si applica usando un pennello grande, con movimenti ampi e circolari, partendo dal centro della fronte e poi scendendo, senza dimenticare il collo e i contorni del viso.

Qualche trucco per un’applicazione perfetta (gli errori, infatti, sono molto frequenti e difficili da correggere): il colore non deve essere troppo scuro, per non creare antiestetici stacchi di colore tra viso e collo; non bisogna esagerare con creme idratanti e fondotinta: se troppo grassi, rendono difficile il passaggio del pennello; la cipria, invece, facilita lo scorrimento del pennello e può aiutare. Se c’è troppa polvere sul pennello, è bene soffiarlo prima di applicarlo, per evitare di stendere una quantità eccessiva di prodotto.

In conclusione, cosa è meglio d’estate? La terra è un must perché aiuta a rinforzare il colore acquisito in spiaggia e regala un viso sano e dorato anche in città. Le amanti del volto pallido, invece, o coloro che preferiscono un risultato più naturale, opteranno per il fard, in crema, o meglio, in polvere, che con il caldo non cola.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti