Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Acidi grassi omega-3, gravidanza e allergie del nascituro

di
Pubblicato il: 18-07-2011

Può il consumo di acidi grassi omega-3 in gravidanza influenzare lo sviluppo di allergie nel nascituro?

Acidi grassi omega-3, gravidanza e allergie del nascituro © Photos.com Sanihelp.it - Un gruppo di ricercatori della Michigan State University ha effettuato una review sistematica di articoli scientifici inerenti il ruolo che può svolgere la supplementazione con acidi grassi omega-3 durante la gravidanza e l'allattamento sulle malattie infantili su base allergica; gli studiosi, in pratica hanno revisionato tutti gli studi che parlavano di allergie alimentari, sviluppo di atopia ed asma durante l'infanzia o che avevano seguito la modulazione dell'interleuchina-13 e dell'interferone-gamma due molecole strettamente implicate nella genesi dell'asma. Il lavoro di ricerca è stato pubblicato sulla rivista internazionale BJOG (International Journal of Obstetrics and Gynaecology) ed è stato presentato al 30.mo meeting annuale della Society for Maternal Fetal Medicine (SMFM) di Chicago. Dalla review è emerso che la supplementazione con acidi grassi del tipo omega-3 durante la gravidanza è in grado di ridurre il rischio di asma infantile e di ridurre la probabilità di riposta positiva al test cutaneo per l'allergia alle proteine delle uova. È bene ricordare che le linee guida internazionali consigliano durante la gravidanza 200-300 mg di acidi grassi omega-3 al giorno: gli acidi grassi di questo tipo sono molto abbondanti in salmone, sgombro, sardina, aringa.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti