Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Capelli al sole

Solari per capelli: come sceglierli

di
Pubblicato il: 26-07-2011

Ripara e proteggi: sono le parole d'ordine dei solari per capelli. Quelli da mettere sotto il sole li proteggono dai raggi Uv, quelli da usare la sera riparano i danni e ristrutturano chioma e cute.

Solari per capelli: come sceglierli © Photos.com Sanihelp.it - Come la pelle, anche i capelli hanno bisogno di protezione sotto il sole, e di riparazione dopo il sole. I raggi ultravioletti infatti sono nemici acerrimi della chioma, perché danneggiano la cheratina all’interno del capello, indebolendolo.

I solari per capelli sono prodotti studiati per creare un film protettivo che respinge le aggressioni esterne: a base di ingredienti rivitalizzanti ed emollienti e di filtri Uv, agiscono isolando le fibre capillari e proteggendo il fusto con una sottile guaina impermeabile, che aumenta le loro difese naturali e li ripara da secchezza, fragilità ed eventuali alterazioni di colore.

Ne esistono di diversi tipi. Il fluido è indicato per chi ha i capelli ricci o lunghi, tendenti alla secchezza, ammorbidisce la capigliatura e districa facilmente i nodi, senza appesantire; il gel è perfetto per i tagli corti, dà un effetto bagnato e li protegge dalla radice alle punte; creme e oli sono molto nutrienti e idratanti, ideali per chi ha i capelli secchi o sottili, che si spezzano con facilità. Lo spray è un jolly che non ha limiti di utilizzo: va bene per tutti ed è praticissimo.

Qualunque prodotto si scelga, va applicato prima di uscire di casa, sui capelli bagnati o asciutti, in abbondanza, dalla radice alle punte, usando un pettine a denti larghi, e aggiungendo una dose generosa sulle lunghezze, da massaggiare con i polpastrelli delle mani. Anche se il prodotto è resistente all’acqua, è bene riapplicarlo ogni tre ore.

Esistono anche prodotti studiati per il dopo-spiaggia: shampoo, balsami e maschere. In estate infatti i capelli vanno lavati tutti i giorni, per eliminare il sale, la sabbia e il sudore e i residui dei prodotti solari, perciò è importante usare prodotti specifici.

Lo shampoo deve essere dolce, non aggressivo, specifico per l’estate o per capelli stressati o sfibrati, e avere un pH compreso tra 5 e 7. Gli shampoo doposole detergono delicatamente e in più restituiscono le sostanze naturali sottratte dall’esposizione ai raggi ulravioletti. Sono ricchi di vitamine e agenti idratanti come il pantenolo.

Il balsamo doposole, ricco di agenti protettivi e sebo-normalizzanti, come provitamina B, collagene, estratto di karité, olio di mandorle, lino e aloe vera, ristruttura la chioma e agisce sulla cuticola e sulle cellule che ricoprono il fusto, richiudendole e proteggendo l’interno del capello. Vanno bene sia quelli a risciacquo che senza, o anche gli shampoo e balsamo doposole due in uno, molto comodi da mettere in valigia.

Le maschere riparatrici vanno fatte due volte alla settimana, per idratare e ristrutturare il capello in profondità. Quelle per l’estate sono a base di proteine, collagene, glicerina e lanolina, da distribuire su tutta la testa e lasciare in posa per 15 minuti. Anche in questo caso da usare senza moderazione, soprattutto sulle punte, le parti più esposte al danno solare. Poi risciacquare con abbondante acqua tiepida.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
A. Di Pietro Per la tua pelle, Sperling & Kupfer

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti