Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Ricovero

Check-up completo per Vasco

di
Pubblicato il: 26-07-2011

Il suo recente ricovero aveva spaventato i fan, ma si tratta solo di una costola rotta. E il Blasco ne approfitta per farsi un controllo completo.

Check-up completo per Vasco © Photos.com Sanihelp.it - «Ciaooo, How Are You?... I'm Very Well... Thank You... The Station is across the Street... The Pen is in the Table... The Answer is Blowing in the Wind... And the Times They Are Changin'!...», con queste parole, siglate V.R., e postate sulla sua fan page ufficiale di Facebook domenica 24 luglio alle 20 e 24, via Iphone, Vasco Rossi ha fatto sapere ai fan di stare bene, nonostante sia da più di una settimana ricoverato nella clinica privata Villalba di Bologna.

Un altro segno per tranquillizzare i sostenitori, dopo l’intervista rilasciata sabato 23 luglio al quotidiano Repubblica, nel quale il Blasco toglie ogni dubbio sulle sue condizioni di salute, mettendo fine alle voci che lo volevano addirittura in coma, alimentate forse anche dal silenzio che ha circondato i primi giorni di degenza del rocker.

Tutta colpa di una costola rotta, scambiata troppo a lungo per dolori muscolari, uno strappo alla spalla o un mal di schiena, che la rockstar ha cercato di tenere a bada con antidolorifici in quantità, per poter essere sul palco a sostenere il concerto « Antidolorifici che ultimamente servivano a poco, e allora mi facevo aiutare con i massaggi fisioterapici. Poi, una volta terminati i concerti a Roma, calata la tensione sono andato a fare le radiografie ed è saltato fuori il problema della costola rotta....e una gran rottura...» ha dichiarato il cantante.

L’origine della frattura non è ben chiara: «Come sia successo esattamente non lo so, che faccia molto male questo sì, adesso lo so» ironizza Vasco, che effettivamente deve aver sofferto molto se è arrivato a scegliere il ricovero per essere aiutato, come ha dichiarato nell’intervista, a gestire il dolore. Un dolore, il suo, dovuto probabilmente ad un callo osseo cresciuto in modo anormale dopo la frattura.

«Andare in clinica a Bologna è stata una mia libera scelta, non è un ricovero obbligatorio» spiega «Ora intendo rimanere qui controllare il dolore e già che ci sono fare un check-up completo». Il peggio però sembra passato e la portavoce, Tania Sachs, non esclude le dimissioni nei prossimi giorni.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Internet

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti