Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sigarette

Fumo: alcuni dati

di
Pubblicato il: 01-09-2011

La dottoressa Giorgia Aloisio, psicologa e psicoterapeuta operante a Roma, ci aiuta a indagare il mondo degli adolescenti nel loro rapporto con il fumo, partendo da alcuni dati di ordine mondiale.

Fumo: alcuni dati © Photos.com Sanihelp.it - Nel mondo fumano oltre un miliardo di persone: facendo un calcolo approssimativo possiamo ritenere che ogni anno vengano consumate all’incirca seimila miliardi di sigarette.

Nel territorio dell’Unione Europea, circa un terzo della popolazione ha sviluppato una dipendenza dal fumo. Dalle indagini Istat del 1999 è emerso che il 24,5% della popolazione italiana (dai 14 anni di età in su) ha un rapporto di dipendenza dal tabacco e negli anni a seguire si è evidenziato un incremento nel numero delle fumatrici, mentre il numero dei fumatori è sensibilmente diminuito.

Questi dati hanno allarmato sia le istituzioni nazionali sia gli organi europei: nel 2005 l’Italia ha proseguito la sua battaglia contro il fumo vietandone il consumo nei luoghi pubblici e obbligando i responsabili delle strutture a far rispettare questo divieto (legge n. 3 del 16 gennaio 2003). La Commissione Europea ha emanato alcune direttive relative alla gestione della pubblicità delle sigarette e alla tassazione del tabacco al fine di disincentivare il vizio del fumo: al momento attuale i dati europei sono rassicuranti: il tabagismo è in diminuzione.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Intervista alla dottoressa Giorgia Aloisio

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti