Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Tassare i vizi come in Francia per proteggere la salute

di
Pubblicato il: 07-09-2011
Sanihelp.it - La Francia ha deciso di puntare su tasse anticrisi benefiche per la salute, che, oltre a dare respiro alle casse dello Stato, rendano meno appetibili anche i vizi poco salutari. Tra le misure per la riduzione del deficit di bilancio, infatti, il primo ministro François Fillon ha in programma l'aumento del prezzo del tabacco del 6% entro l'anno e una tassa, a partire probabilmente dal 2012, su alcol e bibite.

«In tempi di misure economiche da adottare urgentemente - commenta il professor Umberto Tirelli, direttore del Dipartimento di Oncologia Medica dell’Istituto Tumori di Aviano - colpisce l’atteggiamento francese di aumentare le tasse sul fumo, cercando così di contrastare un’epidemia che ci vede primatisti mondiali dei tumori della laringe, come riportato in questi giorni al congresso nazionale della Società italiana di otorinolaringologia.

L’incidenza di questa forma di cancro, specie nel Nord-est del nostro Paese, è la più alta nel mondo. La causa principale di questo triste primato è il fumo di sigaretta, che determina un rischio di ammalarsi 10 volte superiore, insieme all’alcol, altro importante fattore di rischio che, se associato al fumo, ne potenzia la pericolosità.

Come sempre, la prevenzione resta l’arma più efficace nella lotta ai tumori perché consente di eliminare i fattori di rischio, in questo caso il fumo di sigaretta. In queste ultime ore in cui il Governo sta decidendo misure economiche per fare cassa - conclude Tirelli - sarebbe opportuno, come in Francia, contrastare fumo e superalcolici aumentando le tasse e cercando di dissuadere i comportamenti a rischio per i tumori e le malattie cardiovascolari».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Istituto Nazionale Tumori di Aviano (PN)

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti