Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Al seno o al biberon, ma basta che ci siano ALA, EPA e DHA

di
Pubblicato il: 22-09-2011
Sanihelp.it - L’ideale sarebbe allattare al seno il neonato fino al compimento del 6° mese, ma se per qualunque motivo non è possibile, la formula che si sceglie dovrebbe contenere buone quantità di acidi grassi polinsaturi a lunga catena ovvero ALA, EPA e DHA: a sostenerlo due studi, condotti rispettivamente in Gran Bretagna e in Spagna e pubblicati sulla rivista Pediatrics.

Il team inglese ha seguito circa 107 bambini per 10 anni: nei loro primi 9 mesi di vita questi bambini in modalità random se non allattati al seno hanno ricevuto una supplementazione con placebo o con un integratore a base di acidi grassi polinsaturi.
Questi bambini sono stati sottoposti a misura del quoziente intellettivo (QI)10 anni dopo e si è visto che le bambine, ma non i maschietti, che hanno ricevuto la supplementazione o che sono state allattate al seno hanno un QI più alto rispetto alle altre bambine incluse nello studio.

Certo i risultati sono stati ottenuti su un numero esiguo di pazienti, ma fanno riflettere sulla differente influenza che gli acidi grassi possono avere sul cervello di maschi e femmine e ribadisce ancora una volta l’importanza dell’allattamento al seno per i neonati.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
HealthDay

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti