Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Oggi la risonanza si può fare anche se si ha il pacemaker

di
Pubblicato il: 03-10-2011
Sanihelp.it - Presso l’ospedale Santa Chiara di Pisa è stato impiantato su un uomo di 32 anni, affetto da blocco atrio-ventricolare, il primo pacemaker Accent MRI, che permette anche di sottoporsi a una risonanza magnetica (MRI) ad alta risoluzione di tutto il corpo.

Ogni anno, circa 1 milione di pacemaker vengono impiantati in tutto il mondo. I pazienti con pacemaker, per, sono attualmente scoraggiatti a sottoporsi a una scansione a risonanza magnetica poiché gli attuali sistemi di stimolazione possono incidere sulla sicurezza del dispositivo o del paziente durante una MRI.

Il nuovo sistema Accent MRI è una piattaforma di stimolazione cardiaca avanzata che fornisce una telemetria wireless e algoritmi personalizzazibili per il singolo paziente, con l'ulteriore vantaggio della possibilità di sottoporsi a MRI. Consente inoltre di memorizzare le impostazioni di risonanza magnetica pre-approvate nel pacemaker Accent MRI dei loro pazienti, per eventuali indagini diagnostiche future.

Ha diverse funzioni avanzate progettate per migliorare la cura del paziente: tecnologia di stimolazione AutoCapture, che misura la reazione del cuore alla stimolazione battito-per-battito, l'algoritmo VIP, che consente il ritmo intrinseco del cuore di prevalere riducendo così la stimolazione ventricolare non necessaria, la funzione InvisiLink, che offre sicurezza e una comunicazione wireless tra il dispositivo impiantato e il programmatore utilizzato dal medico durante l’impianto, i controlli di follow-up o a casa.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
St. Jude Medical

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti