Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Attività outdoor

Se il fitwalking allunga la vita

di
Pubblicato il: 04-10-2011

Camminare è un'abitudine sana, ma può trasformarsi in esercizio fisico e diventare un importante strumento di prevenzione per contrastare il diabete e mantenere in salute il sistema cardiovascolare.

Se il fitwalking allunga la vita © Photos.com Sanihelp.it - Il fitwalking è una tecnica di camminata recentemente introdotta dall'Ospedale San Giuseppe di Milano del Gruppo MultiMedica per le sue valenze preventive e terapeutiche. 

La tecnica vuole conferire maggiore intensità, efficacia ed efficienza all'azione motoria attraverso un avanzamento più fluido e spedito utilizzando le oscillazioni degli arti superiori e un corretto assetto posturale. Il fitwalking trasforma un’attività abituale come il camminare in esercizio fisico, che può essere modulato in intensità e frequenza in relazione alle esigenze del paziente.

Una buona camminata, secondo il fitwalking, deve seguire le seguenti dieci regole:
1. Camminare seguendo un'immaginaria linea retta.
2. Toccare il suolo con il tacco in modo incisivo.



3. Spingere con il piede in modo deciso e accentuato.
4. Muovere in modo energico le gambe nella fase di sostegno e di spinta.
5. Muovere in modo naturale le anche e il bacino.
6. Mantenere l'azione fluida e armonica.
7. Fare oscillare le braccia, piegate ad angolo retto, per dare impulso alla camminata.
8. Assecondare il movimento delle braccia con le spalle.
9. Mantenere il busto eretto.
10. Mantenere la testa diritta, ma senza irrigidirsi.

Stefano Genovese, Responsabile dell’Unità di Diabetologia e Malattie Metaboliche IRCCS MultiMedica e Docente di Endocrinologia presso l'Università degli Studi di Milano, spiega: «Il fitwalking è una disciplina sportiva che aiuta il corpo a equilibrare il proprio metabolismo; è una camminata di tipo sportivo a differenti livelli di intensità e di durata, a seconda dell'efficienza fisica e del grado di allenamento, con una forte valenza terapeutica. È particolarmente indicato per i pazienti con diabete mellito di tipo 2 perché può essere praticato quasi a tutte le età e non richiede strumenti o spazi dedicati. Servono solo un abbigliamento adeguato, il tempo e sopratutto la volontà. È dimostrato che nei soggetti a rischio di diabete, un approccio terapeutico basato su attività fisica e dieta riduce il rischio di sviluppare la malattia del 60%. Nei pazienti già diabetici l'attività fisica migliora la glicemia e l'emoglobina e riduce anche gli altri principali fattori di rischio cardiovascolare».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Asca

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti