Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cardiopatia e funzioni sessuali: un aiuto dalla cyclette

di
Pubblicato il: 08-01-2002

Un'ora di cyclette tre volte alla settimana, per un periodo di 8 settimane, migliorerebbe le funzioni sessuali e porterebbe ad una migliore qualità di vita degli uomini affetti da malattie cardiache.

Sanihelp.it - Al convegno annuale dell’American Heart Association è stata presentata una ricerca effettuata su 59 uomini con lieve insufficienza cardiaca. Metà di loro sono stati inseriti in un programma che prevedeva 8 settimane di esercizio fisico con cyclette da eseguirsi in ospedale sotto supervisione medica. Gli altri 29 hanno continuato a condurre una normale vita sedentaria.
L’esame dei questionari fatti compilare sia dagli uomini sia dalle loro partner hanno dimostrato che i pazienti sottoposti ad allenamento avevano incrementato la loro funzionalità sessuale e la qualità di vita, rispetto al gruppo sedentario. Gli uomini che riferivano una depressione dello stimolo e della performance sessuale all’inizio dello studio hanno mostrato i miglioramenti più marcati alla fine delle 8 settimane, afferma il Dott. Romualdo Belardinelli, direttore dell’Istituto Cardiaco Lancisi di Ancona.
Il numero di pazienti sottoposti alla sperimentazione è un campione troppo piccolo per poter trarre conclusioni definitive, ma i risultati fanno ipotizzare un doppio meccanismo di azione che porta al miglioramento: una accresciuta resistenza agli sforzi fisici ed una maggiore erezione dovuta all’incrementata capacità dilatativa dei vasi sanguigni. Del resto, ha aggiunto Belardinelli, il Viagra, il medicinale prescritto nei casi di disfunzioni erettili, fa leva proprio sul principio della dilatazione capillare.
Molte persone affette da malattie cardiache assumono farmaci a base di nitrato, e non possono quindi far uso del Viagra. La combinazione dei due medicinali, infatti, può essere potenzialmente pericolosa.
Lo studio comprendeva uomini con insufficenza cardiaca, dovuta a malattia cardiaca tipo ischemico etc. , relativamente stabilizzata che non hanno richiesto alcuna variazione terapeutica o ricovero in ospedale nei tre mesi antecedenti lo studio.Belardinelli raccomanda ai cardiopatici di consultare il proprio medico prima di sottoporsi ad un programma di esercizi fisici


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti