Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Una malattia diementicata

Gotta: a rischio 6 persone

di
Pubblicato il: 02-11-2011

Novembre è il mese della gotta: si può scoprire gratuitamente se si è a rischio. Ci sono infatti 6 tipi di persone che rischiano di più…

Gotta: a rischio 6 persone © Photos.com Sanihelp.it - Un recentissimo studio statunitense stima che sia affetto dalla gotta il 3,9% della popolazione, circa 8,3 milioni di americani. «Questi numeri fanno diventare la gotta la seconda più frequente artropatia dopo l’artrosi», commenta il professor Leonardo Punzi, dell’Unità Operativa Complessa di Reumatologia-Azienda Ospedale Università di Padova.

Il medesimo studio stima che a soffrire di gotta siano circa 6,1 milioni di uomini e 2,2 milioni di donne statunitensi e che circa un quinto della popolazione americana abbia problemi di iperuricemia. In Italia le stime attuali parlano di una percentuale di malati fra l’1 e il 2%, ma si sa che si tratta di numeri sottostimati.

Sono le variazioni della dieta e dello stile di vita, la diffusione del sovrappeso, l’allungamento della sopravvivenza grazie al miglioramento delle cure mediche (ma anche gli effetti indesiderati di alcuni medicinali) alla base del progressivo continuo incremento della frequenza della malattia.

Nonostante ciò, la gotta è percepita come una malattia rara che appartiene al passato e spesso non viene riconosciuta. Anche perché se l’uomo di mezza età rappresenta ancora la vittima più comune, la tipologia dei pazienti si sta modificando. Accanto a una maggior frequenza fra le donne (oggi il rapporto è di 1 a 4) con un rischio che aumenta dopo la menopausa, vengono segnalati con frequenza crescente casi fra le ragazze giovani che abusano di diuretici per perdere peso e fra gli anziani.

Un contributo alla terapia della gotta viene dalla correzione dello stile di vita, in particolare della dieta. «Il cibo ha la sua importanza nella prevenzione e nel controllo della gotta e dei suoi fattori di rischio», conferma Diana Scatozza, Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione.

Ecco quindi i consigli alimentari per 6 categorie a rischio di gotta.

1. Palestrato: cerca di mangiare soprattutto carne bianca, formaggi magri, uova, bevi ogni giorno 2 bicchieri di latte parzialmente scremato e sostituisci il fruttosio con aspartame o con un goccio di latte.

2. Stressato: inizia la giornata con 2 bicchieri di latte parzialmente scremato, a pranzo sostituisci il salume con un formaggio magro, fai la scorta di ceci e fave, tieni sempre un paio di uova nel frigorifero e ricordati di bere almeno un litro e mezzo di acqua ogni giorno.

3. Mangione: cerca di dare la precedenza alla carne bianca e al pollame, mangia un buon primo piatto, sostituisci la birra con un bicchiere di vino rosso, evita salame e acciughe e prendi della frutta secca.

4. Giovanile: inizia la giornata con uno yogurt magro e cereali, sostituisci il fruttosio con aspartame, mangia l’arancia senza spremerla, mangia 2 porzioni di frutta e di verdura, senza esagerare con pomodori e mele, consuma anche fave e ceci.

5. Gottoso: non comprare carne di manzo, maiale, agnello, crostacei, e dai la precedenza a formaggi magri, uova, pasta o riso, carne bianca, ceci, fave, insalata belga, finocchi, kiwi. Elimina birra e vino, bevi ogni giorno 2 litri di acqua e 2 bicchieri di latte parzialmente scremato.

6. Carnivoro: sostituisci il roast-beef e la tartare con il pollo o il vitello, le uova o i formaggi magri, la birra con un bicchiere di vino rosso.

Sospetti di rientrare in una di queste categorie? La Società Italiana di Reumatologia (SIR) e la Società Italiana di Medicina Generale (SIMG) promuovono per la prima volta in Italia l’iniziativa Mese della Gotta, che prevede iniziative gratuite e dedicate ai cittadini, che si svolgeranno nel mese di novembre in 8 piazze e 20 centri commerciali nelle più importanti città italiane. Per info www.lagotta.it


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Società Italiana di Reumatologia (SIR) e Società Italiana di Medicina Generale (SIMG)

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti