Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Protezione d'inverno

Settimana bianca in bellezza

di
Pubblicato il: 08-11-2011

Sfrecciare sulle piste da sci o prendere il sole in baita senza l'adeguata protezione può avere effetti sgraditi sulla pelle: per questo è necessario correre ai ripari. E per i capelli...

Settimana bianca in bellezza © Photos.com Sanihelp.it - È quasi tempo di partire: tra ponte dell’Immacolata, vacanze di Natale e Capodanno, nelle prossime settimane le occasioni per un weekend in montagna o una settimana bianca non mancheranno.

Attenzione, però: pelle e capelli vanno protetti ad alta quota. Freddo, vento e gelo li mettono a dura prova, causando disidratazione , secchezza e, in condizioni estreme, screpolature e persino escoriazioni. Il viso e le mani sono le parti ovviamente più a rischio, specialmente per chi pratica lo sci alpino in pista, che con la velocità accentua gli effetti del vento e del freddo.

«La cute diventa secca quando diminuisce la produzione dei lipidi interlamellari, un tipo di grassi con funzione di barriera, ossia che impediscono la perdita di acqua attraverso lo strato corneo, quello più esterno», spiega il professor Marcello Monti, responsabile dell’Unità Operativa di Dermatologia di Humanitas e docente presso l’Università degli Studi di Milano.

«Lo stesso detergente usato d’estate non è adatto nel periodo invernale perché i cosiddetti tensioattivi, cioè i saponi che producono schiuma, sottraggono i lipidi alla pelle. Diminuendo il numero dei lavaggi e applicando subito dopo una crema emolliente si evitano i fastidi della cute secca invernale», conclude l’esperto.

Da non dimenticare, i capelli: risentono anche loro dei climi estremi e, rimanendo tutto il giorno legati e raccolti dentro grossi cappelli, si sfibrano e si rovinano.

Ecco cosa non deve mai mancare nel beauty case delle vacanze invernali.

Creme solari. Oltre i 1.500 metri di altitudine i raggi solari sono molto più intensi e la radiazione aumenta del 5-6% per ogni ulteriore chilometro di altezza. C'è il rischio di scottarsi quasi senza accorgersene, anche se il cielo è nuvoloso. La crema va applicata prima di esporsi al sole e il trattamento va ripetuto ogni due ore circa. Utilizzarla anche se è una giornata nuvolosa.

Stick protettivo per labbra, naso e orecchie. Deve essere dotato di una schermatura che abbia anche proprietà riflettenti, grazie all'aggiunta di sostanze minerali come il biossido di titanio o l'ossido di ferro e di zinco, in grado di opporre un vera e propria barriera contro le radiazioni. Nonostante il nome, i burri cacao non contengono questo ingrediente (perché troppo costoso), ma altre sostanze emollienti e umettanti, che formano una specie di sottile pellicola a protezione delle labbra. Tra gli ingredienti più utilizzati ci sono gli oli minerali, gli oli naturali e le cere. Tra gli oli naturali, di qualità più pregiata rispetto a quelli minerali, troviamo l'olio di ricino, l'olio di jojoba e il burro di karité. Un buon burro cacao dovrebbe contenere anche vitamina E, che ha funzione antiossidante e protettiva.

Una crema emolliente per il viso: deve avere anche proprietà idratanti e restitutive. Ottime quelle doposole.

Una crema idratante per le mani, da applicare alla sera. Chi ha mani sensibili e che tendono ad arrossarsi dovrebbe sceglierne una lenitiva, a base di calendula, aloe o malva, per le pelli secche invece vanno meglio le creme ricche di grassi vegetali, come burro di karité od olio di avocado.

Uno shampoo delicato, specifico per capelli sfibrati e stressati, e una maschera per capelli a base di sostanze nutrienti e ristrutturanti, come elastina, collagene e cheratina.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti