Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Autunno-inverno

Winter Blues: come affrontarlo?

di
Pubblicato il: 22-11-2011

Anche se il nome può dire poco, il Winter Blues è una condizione piuttosto comune: si manifesta nel passaggio stagionale dall'autunno all'inverno. Vediamolo più da vicino e capiamo come affrontarlo.

Winter Blues: come affrontarlo? © Photos.com Sanihelp.it - La dottoressa Michela Rosati, psicologa e psicoterapeuta a Terni, specializzata in psicoterapia cognitivo comportamentale (www.michelarosati.it), ci accompagna alla scoperta del Winter Blues e della Depressione Invernale: due condizioni che possono interessare la popolazione nel passaggio stagionale.

Alzi la mano chi non si trova in questo periodo a voler indugiare nel letto al mattino, a consolarsi con qualche dolcetto in più durante la giornata e a sentirsi pigro e stanco. Niente paura, alcuni fattori legati al ciclo delle stagioni, tra cui la variazione della quantità di luce a cui la persona è esposta, possono influenzare il nostro organismo e il tono dell’umore. Una reazione piuttosto comune, dunque, quando le giornate si accorciano e la luce del sole diminuisce o quando trascorriamo lunghi periodi di tempo in ambienti chiusi, illuminati artificialmente. 

Se però questi sintomi diventano più persistenti, potrebbe trattarsi di Winter Blues: una forma subclinica o lieve del Disturbo Affettivo Stagionale (SAD), che accompagna il passaggio dall'autunno all'inverno. Questo malessere diffuso, in genere, non implica una compromissione funzionale significativa, non causa cioè seri problemi e scompare con l'arrivo della bella stagione. Nella maggior parte dei casi, quindi, non sono necessarie particolari terapie, ma si interviene ristabilendo un corretto stile di vita.

Ecco alcuni consigli per affrontare il Winter Blues:

- Sfatare il mito dell'efficienza a tutti i costi: qualche volta, rallentare i ritmi fa bene alla salute.
- Esporsi alla luce solare, preferibilmente al mattino.
- Lavorare in prossimità di finestre o vetrate.
- Sfruttare le belle giornate invernali per praticare sport o attività all'aria aperta.
- Puntare sulle relazioni sociali.
- Fare un costante esercizio fisico: migliora l'umore e riduce lo stress.
- Evitare i cibi-spazzatura
- Non dormire troppo, meglio tenere orari regolari.

Di diversa portata è invece il Disturbo Affettivo Stagionale (SAD) o Depressione Invernale. In questo caso le persone sperimentano intensi cambiamenti nel tono dell'umore e veri e propri episodi depressivi, durante i mesi autunnali e invernali. Tipicamente, si presentano disturbi legati al sonno, a volte si dorme molto più a lungo del solito, ma senza un reale beneficio: ci si sente stanchi e mancano le energie sufficienti per affrontare la giornata. Si manifesta anche una sorta di compulsione ad assumere carboidrati, con conseguente aumento del peso. La difficoltà a concentrarsi, l’ansia, l’irritabilità e successivamente l’apatia non permettono il regolare svolgimento delle attività quotidiane (ad esempio ci si assenta dal lavoro, si evita di uscire) e complicano le relazioni interpersonali. Il disturbo tende a migliorare o a risolversi in primavera e in estate, per tornare a ripresentarsi l’autunno successivo.

Chi soffre di un Disturbo Affettivo Stagionale, con sintomi più o meno accentuati, dovrebbe comunque rivolgersi al proprio medico di base o agli specialisti della salute mentale, che, successivamente alla diagnosi, possono indicare i trattamenti più opportuni.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Michela Rosati

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti