Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Disponibile dal 2012

Influenza: in arrivo il vaccino in spray

di
Pubblicato il: 29-11-2011

Influenza stagionale: sì dei pediatri al nuovo vaccino per via nasale. Più sicuro, più facile da somministrare e disponibile in maggior quantità.

Influenza: in arrivo il vaccino in spray © Photos.com Sanihelp.it - Si chiama LAIV (Live Attenuated Influenza Virus) il nuovo vaccino per contrastare il virus dell’influenza che, a partire dal prossimo anno, sarà disponibile insieme all’attuale vaccino TIV (vaccino antinfluenzale trivalente) somministrato intramuscolo.

«Rispetto a quest'ultimo, il LAIV presenta numerosi vantaggi: innanzitutto, è in grado di offrire una protezione maggiore contro l’influenza e ha effetti collaterali ridotti - spiega il dottor Giuseppe Di Mauro, Presidente SIPPS (Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale) – In secondo luogo, il vaccino prescritto dal medico può essere somministrato autonomamente e, grazie agli spray nasali, anche in modo non invasivo: questo rende la vaccinazione più semplice, soprattutto per i bambini che hanno paura delle iniezioni».

«Inoltre, appare sicuro e ben tollerato nei bimbi di età superiore ai 2 anni, mentre al momento non è indicato nei più piccoli, per il possibile rischio di comparsa di broncospasmo e per un maggior rischio di ospedalizzazione.

Ultimo vantaggio: ha un processo di produzione molto rapido, che consente una disponibilità veloce e su larga scala. Ciò è un progresso considerevole nella prevenzione dell’influenza - prosegue il dottor Di Mauro – Infatti, l’efficacia della vaccinazione antinfluenzale, che ormai è accertata nelle categorie a rischio, è utile anche per bambini e adulti sani».

Ogni anno, su 1.000 bambini sotto i 5 anni, l’influenza è responsabile di 95 visite mediche, 46 episodi di otite media acuta e di 8 infezioni alla basse vie aree, con percentuali più alte per il bambino di età inferiore a 2 anni.

Inoltre, il consumo di antibiotici aumenta del 10-30% nel periodo in cui circola il virus influenzale rispetto al resto dell’inverno. Un altro dato significativo riguarda la forte capacità di diffusione dell’infezione dei bambini all’interno della famiglia di provenienza: è stato calcolato che ogni 420 bambini vaccinati viene risparmiata la morte di una persona anziana.

Il Ministero della Salute offre il vaccino gratuitamente ai bambini diabetici, asmatici, cardiopatici e, in generale, che soffrono di malattie croniche (quasi 20 mila in Italia) che rischierebbero, in caso di contrazione del virus, gravi conseguenze per la propria salute.
Per tutti gli altri bambini, invece, è il pediatra a decidere caso per caso l’opportunità del vaccino.

Con l’attuale vaccino disponibile, l’impegno dei pediatri è orientato a coprire le categorie a rischio e a estendere la vaccinazione ai bambini che frequentano asili nido e scuole dell’infanzia. Quando sarà disponibile il vaccino LAIV, si potrà considerare l’estensione della vaccinazione anche per i bambini sani.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
SIPPS

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti