Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Apiterapia

Pappa reale per un inverno in forze

di
Pubblicato il: 13-12-2011

Rinforza le tue difese naturali con la pappa reale, uno dei formidabili prodotti delle api. È naturale al 100% e va bene per tutti, dai nonni ai nipoti.

Pappa reale per un inverno in forze © Photos.com Sanihelp.it - Insieme a miele, polline, propoli e cera, la pappa reale è uno dei cinque prodotti dell’alveare. È una sostanza dalla consistenza gelatinosa, bianca, dall'odore pungente e dal sapore lievemente acido. È composta da vari elementi: acqua (65%), proteine (12%), glucidi (15%), lipidi (5%) e altre sostanze.

Viene utilizzata per nutrire sia le larve durante i primi due giorni di vita, sia l’ape regina per tutta la sua vita. Infatti è nutrizionalmente molto ricca di proprietà, oggi comprovate da studi scientifici e sfruttate dalla nutriterapia per il benessere e la salute dell'uomo. Fino al 17° secolo queste virtù sono state ignorate: solo nel tardo 700 viene coniato il termine gelatina reale e osservato il suo utilizzo in campo nutrizionale e medico.

La pappa reale:
-contrasta l'invecchiamento generale e soprattutto della pelle
-svolge un'attività disintossicante
-stimola le energie
-ottimizza la resistenza dell'organismo
-favorisce la ripresa dell'appetito
-alza la soglia di percezione del dolore
-potenzia le difese immunitarie.

È utile quindi nei casi di astenia, affaticamento fisico e mentale, dimagrimento. In particolare è stata registrata l’utilità nei bambini in età scolare e negli anziani che necessitano di un'azione corroborante e ricostituente, specialmente in situazioni di cambio di stagione e/o di convalescenza.

La quantità giornaliera è di circa un grammo per adulti e adolescenti e mezzo grammo per i bambini. Va consumata di preferenza al mattino a digiuno, prima di colazione. Si fanno due o tre cicli di un mese all'anno.

Qualche consiglio per la corretta assunzione e conservazione. Essendo il suo pH compreso tra 3,7 e 5, un'assunzione troppo rapida comporta una forte degradazione dei suoi principi attivi, per l’azione dei fermenti digestivi gastrici. Per questo motivo si consiglia di tenerla sotto la lingua e deglutirla lentamente. Il mantenimento in frigorifero e al riparo da aria e luce, inoltre, è fondamentale.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Apoteca Natura

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti