Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sicurezza ed educazione

Giocattoli perfetti: 10 regole

di
Pubblicato il: 20-12-2011

In commercio ancora troppi giocattoli pericolosi. E i bambini spesso non riconoscono il valore delle cose regalate. I consigli dei pediatri e degli psicologi in vista del Natale.

Giocattoli perfetti: 10 regole © Photos.com Sanihelp.it - Secondo l’ultimo rapporto Rapex, il sistema di sorveglianza europea dei prodotti pericolosi, nel corso del 2010 i giocattoli sono stati la seconda categoria di articoli più ritirati dal mercato per i rischi per la salute che comportano.

Secondo il monitoraggio del Dipartimento di Emergenza e Accettazione dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, gli incidenti domestici rappresentano ancora il 4,1% degli accessi al Pronto Soccorso nel periodo compreso tra il 15 novembre 2010 e il gennaio 2011.

Rientrano in questa casistica le ferite causate da giocattoli ridotti in pezzi, i traumi dovuti a giochi appuntiti o taglienti, le cadute, sovente in casa, da pattini o skate, gli infortuni generati dai trasformatori di trenini, piste elettriche o più in generale da congegni elettronici, l’ingestione o l’inalazione (nel naso e nelle vie respiratorie) di piccoli oggetti come gli occhi dei pupazzi o le pile.
Piuttosto frequente anche la presenza di corpi estranei nel condotto uditivo. A questo tipo di insidie sono esposti soprattutto i bimbi da 1 a 3 anni che ancora non hanno sviluppato appieno il concetto di pericolo.

Queste sono le istruzioni da seguire:

1. Controllare il marchio CE che corrisponde adun’autocertificazione del produttore. I marchi Giocattoli Sicuri e Sicurezza Controllata contraddistinguono solo le maggiori aziende nazionali, ma garantiscono una sicurezza quasi assoluta.

2. Rispettare la fascia d’età: evitare l’utilizzo di giocattoli a età inferiori a quelle consigliate. Inoltre, i genitori devo dare scarsa importanza alle indicazioni per sesso e ai messaggi pubblicitari.

3. Verificare le dimensioni dei componenti: devono essere tali da non poter essere inalate o ingerite.

4. Fare attenzione ai materiali. Controllare che si utilizzino peli che non si staccano, occhi e naso fissati in modalità anti-strappo, cuciture e imbottiture solide. I materiali dovrebbero essere non infiammabili.

5. Evitare i giocattoli alimentati con presa elettrica e scegliere quelli a batteria.

6. Evitare i giocattoli con bordi o punte taglienti o con componenti arrugginite.

7. Per i giocattoli meccanici, verificare che gli ingranaggi siano non accessibili.

8. Le armi giocattolo, destinate ai bambini di età più elevata, devono utilizzare solo proiettili forniti dalla ditta produttrice. Frecce e dardi debbono avere punta smussa e protetta da una ventosa difficilmente rimovibile. Non bisogna demonizzare questa tipologia di giocattoli, purché si spieghi chiaramente ai bambini che le armi vengono usate anche dalla Polizia per difendere i cittadini e dai soldati per garantire la pace in Paesi martoriati dalle guerre.

9. Tende e casette non debbono avere chiusure automatiche, tipo cerniere lampo.

10. Verificare la dotazione di istruzioni in lingua italiana.

Nel quadro del regalo-perfetto non possono mancare le indicazioni degli psicologi: considerare l’età di chi lo riceve, non lasciarsi condizionare dagli schemi convenzionali della divisione tra bambini e bambine, non lasciarsi sopraffare dai suggerimenti della pubblicità, ma soprattutto tenere sempre a mente che non è certo il peso economico del dono che fa la felicità, ma la condivisione del gioco che porta il bambino a imparare a non accumulare giocattoli senza dar loro alcun valore.

Scartare il regalo insieme ai propri figli può essere infine un’occasione di educazione al rispetto dell’ambiente, cominciando dal corretto smaltimento degli involucri e divertendosi insieme a riconoscere e a separare i diversi materiali, per poi gettarli negli appositi contenitori.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
SocietÓ italiana di pediatria preventiva e sociale e Ospedale pediatrico Bambin Ges¨

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti