Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

5 cibi e 5 pasti: il vaccino anti-influenza

di
Pubblicato il: 14-12-2011
Sanihelp.it - L'influenza, virale, di dicembre e' arrivata. Proprio adesso. Con mille cose da fare. E colpisce «basso». Nel senso che, appena abbassiamo le difese, zac. Tutti a letto.

Dai dati forniti dal sistema di Rilevazione Nazionale si evince che ogni anno in Italia i soggetti colpiti dall’influenza e/o da sindromi simil influenzali siano in media 5 milioni (circa 8 milioni negli anni di picco).

La campagna di prevenzione messa a punto dal Ministero della Salute per la stagione 2011/2012 suggerisce, oltre al vaccino, di non trascurare alcuni piccoli gesti al fine di proteggersi dal contagio.

Lavarsi le mani e salvaguardare una buona igiene respiratoria possono davvero fare la differenza per contenere la diffusione del virus.

Ma c’è di più. Migliorare lo stato del nostro sistema immunitario. Anche attraverso il cibo. Il più potente farmaco che abbiamo a disposizione.
Ce lo suggerisce Barry Sears, biochimico americano esperto in nutrizione, membro del MIT Massachusetts Institute of Technology di Boston. Secondo gli studi condotti dall’Inflammation Research Foundation di cui Sears è il presidente, per salvaguardare la salute e scongiurare il rischio di malattie, sulla tavola non dovrebbero mai mancare:
- il pesce (soprattutto salmone, acciughe, sgombri e sardine) ricco di Omega 3
- la frutta secca, in particolare noci, mandorle e arachidi che sono un’ottima fonte di arginina, un aminoacido molto importante,soprattutto per i bambini, proprio per la sua azione positiva di difesa immunitaria
- la frutta di stagione (difficile da distinguere poiché sugli scaffali del supermercato troviamo qualsiasi cosa: pesche, ciliegie e albicocche anche a dicembre!) che fornisce al nostro organismo ciò che davvero necessita: via libera dunque ad agrumi, kiwi ricchissimi di vitamina C e in generale a tutta la frutta invernale, fonte di esperidina e resveratrolo, polifenoli con alta capacità antinfiammatoria
- l’olio d’oliva, quello extra, anch’esso ricco di Omega 3, i grassi buoni
- la verdura di stagione e quindi, tra gli altri, broccoli, cavoli e cavolfiori utili a contrastare lo stress ossidativo e ricchi di isotiocianati, vitamina C, e minerali quali calcio, fosforo, ferro e potassio.

Utilizzando questo mix di vitamine, grassi buoni, minerali e antiossidanti naturali per preparare 5 piccoli pasti bilanciati da consumare nell’arco della giornata, non solo ci si potrà proteggere dall’influenza, ma anche da grasso, infiammazione e depressione.

Perché le porte della Zona sono sempre aperte. Prevenire meglio che curare.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ministero della Salute, redazione

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti