Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Terapia

Donne, tumore e corsi di make-up

di
Pubblicato il: 20-12-2011

L'Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania organizza corsi di make up per le pazienti colpite dal tumore del collo dell'utero, perché tra cure e visite le donne non perdano la voglia di valorizzarsi e sentirsi belle.

Donne, tumore e corsi di make-up © Photos.com Sanihelp.it - Diamo un po' di numeri: 3.418 nuovi casi diagnosticati ogni anno, in media 9,8 casi di tumore della cervice uterina ogni centomila donne. Sono i numeri italiani dell’incidenza del tumore al collo dell’utero, che a livello mondiale si attesta al secondo posto tra i tumori maligni femminili, terza causa di morte per tumore, dopo quello al seno e al polmone.

Questa neoplasia è stata a lungo la più frequente, il trend di diminuzione registrato negli ultimi anni si deve all’introduzione del pap test, il principale strumento di diagnosi precoce. Il dottor Giuseppe Banna, oncologo presso l’Oncologia medica, Dipartimento materno infantile dell’AO Cannizzaro di Catania, spiega: «È molto importante che venga fatto almeno un pap test l’anno. La vaccinazione inizialmente interessava solo le ragazze tra i 9 e i 17 anni, adesso si vaccinano donne fino a 35 anni, anche se l’età migliore resta i 12 anni ed è gratuita. Il vaccino è disponibile a un terzo del prezzo fino a 27 anni, dopo i 30 anni è a carico totale dell’assistito. La vaccinazione garantisce l’immunità nei confronti dell’infezione dai ceppi più pericolosi di papilloma virus umani (HPV). L’infezione da HPV è molto diffusa, al punto che possiamo dire che circa il 90% della popolazione viene a contatto con il virus almeno una volta nella vita e che questo virus, nel 95% dei casi, è la causa principale che scatena il tumore. Per questo visite regolari con pap test e vaccinazione devono andare di pari passo. Dall’infezione HPV alla malattia invasiva c’è un periodo di incubazione nel quale avviene la mutazione cellulare che può impiegare fino a 15 anni. Quando il tumore della cervice viene diagnosticato in fase iniziale le chance di guarigione sfiorano il 100%».

Numerosi studi hanno evidenziato che dopo il contatto con il virus può svilupparsi una malattia precancerosa (definita come HSIL, High-grade Squamous Intraepithelial Neoplasia) che successivamente può trasformarsi in carcinoma. La maggior parte degli HPV però sono innocui sotto il profilo oncologico, solo una parte minoritaria infatti causa il tumore del collo dell’utero.

Continua il dottor Giuseppe Scibilia, dirigente medico di ginecologia e ostetricia del Dipartimento materno infantile dell’AO Cannizzaro di Catania: «Ogni anno si rilevano 100-120 casi di tumore della cervice da HPV. A seconda del grado di avanzamento della neoplasia si passa da trattamenti molto conservativi ad altri più radicali. In presenza di displasie lievi è possibile intervenire in modo conservativo, con un gesto chirurgico blando. Si tratta di interventi fatti in regime ambulatoriale, che non richiedono un periodo post operatorio di recupero. Un controllo regolare e la vaccinazione sono due aspetti fondamentali per arrivare a una cura e a una guarigione conservativa che mantiene la fertilità».

Per aiutare le proprie pazienti ad affrontare la malattia, a contrastare la depressione e a non perdere la voglia di valorizzare la propria femminilità, l'Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania organizza un corso di trucco.

Precisa il dottor Banna: «Si tratta di un progetto locale che prevede, una volta al mese, una seduta di make up. Nel corso della seduta di chemioterapia viene fornita una pochette con cosmetici messi a disposizione da un’azienda che ha supportato l’iniziativa. I vari step del make up sono illustrati e spiegati da un’estetista con il coordinamento della psicologa, la dottoressa Sonia La Spina. Durante la seduta le donne possono apprendere i segreti del make up e affrontare in maniera più leggera questa fase difficile della terapia. Le donne affette da una neoplasia non devono dimenticare di essere donne e possono imparare a valorizzarsi anche in un momento in cui la perdita dei capelli, la mancanza di energie e l’incapacità di condurre una vita lavorativa normale possono prendere il sopravvento. Il particolare che mi ha colpito è che tutte le pazienti lasciano queste sedute con il sorriso».

L'iniziativa verrà diffusa a livello regionale con l’aiuto della Onlus Medicare.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti