Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

La pesante eredità del 2011

di
Pubblicato il: 10-01-2012

Pranzi e cene natalizie nonché il cenone del 31 dicembre hanno lasciato in eredità al nuovo anno almeno due kg da smaltire

La pesante eredità del 2011 © Photos.com Sanihelp.it - La coldiretti ha stimato che gli italiani in questo 2012 devono smaltire quasi 100 milioni di chili fra pandori e panettoni, ottanta milioni di bottiglie di spumante, ventimila tonnellate di pasta, 5 milioni di chili tra cotechini e zamponi e frutta secca, pane, carne, salumi, formaggi e dolci per un valore complessivo vicino ai cinque miliardi di euro.

Tradotto in termini semplicistici significa che quasi tutti gli italiani si trovano a fare i conti con 2 kg in più a testa come risultato del tour de force mangereccio delle festività natalizie.
I famigerati due kg in più, però, non si potranno perdere saltando i pasti o con qualche dieta tanto miracolosa quanto inefficace e magari pericolosa per la salute.
Per questo motivo sempre la coldiretti oltre a raccomandare attività fisica, passeggiate e salutari camminate ha stilato una lista di alimenti da privilegiare in questo post festività che possono aiutare a disintossicare l’organismo e a ritrovare una forma fisica più adeguata.

In particolare la coldiretti raccomanda il consumo di frutta e verdura di stagione in particolare di arance per il loro elevato contenuto di vitamina C che oltre a rafforzare le difese immunitarie favorisce la corretta ossigenazione dei tessuti e la neutralizzazione dei radicali liberi.
Le mele a fronte di un apporto calorico molto modesto, hanno proprietà astringenti per questo sono molto utili in caso di diarrea; le pere invece possono vantare un ottimo potere saziante e una grande ricchezza di fibre e perciò il loro consumo andrebbe privilegiato dalle persone con intestino pigro.

Vanno consumati in grandi quantità, visto che questo è il periodo di produzione, i finocchi che combattono la nausea, contrastano la digestione difficile e la stitichezza.
Nella tavola del post festività non può mai mancare l’insalata perché a fronte di un apporto calorico minimo ha un potere saziante eccellente, come pure vanno privilegiate tutte le verdure a foglia verde scuro come cicoria e spinaci.

Tutte le verdure andrebbero condite sempre e solo con olio extra-vergine d'oliva, ricco di tocoferolo, un antiossidante che combatte l'invecchiamento dell'organismo e favorisce l'eliminazione delle scorie metaboliche, e con abbondante succo di limone che purifica l'organismo dalle tossine, fluidifica e pulisce il sangue, è un ottimo astringente e cura l'iperacidità gastrica.

La coldiretti, infine, raccomanda un consumo costante di legumi: via libera, dunque, a zuppe a base di piselli, fagioli o lenticchie.
I legumi, infatti, sono ricchissimi di fibre, aiutano dunque la funzionalità intestinale e sono un’ottima fonte di carboidrati a lento assorbimento: rilasciano energia in maniera lenta e costante e aiutano, oltre ad evitare pericolosi picchi glicemici, anche a meglio affrontare le temperature rigide di questi giorni.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Coldiretti

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti