Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Malattie infettive

Ronaldo già guarito dalla dengue

di
Pubblicato il: 10-01-2012

Il calciatore, punto a fine anno da una zanzara in quel di Bahia, ha contratto la febbre spacca-ossa. Ma si è già ripreso.

Ronaldo già guarito dalla dengue © Rete Sanihelp.it - Il fenomeno e la zanzara. O meglio l’Ex Fenomeno e la zanzara Aedes aegypti: da questo insolito appuntamento, consumato a fine 2011 nella località di Trancoso, a Bahia, in Brasile, quello che ne è uscito più malconcio è stato, a dispetto del soprannome, proprio Ronaldo.

La puntura di questo insetto (che punge nelle ore diurne), infatti, è il veicolo di trasmissione all’uomo della dengue, anche nota come febbre spacca-ossa, un nome che lascia poco all’interpretazione. Del resto questa malattia infettiva di origine virale, nella sua forma classica, si manifesta proprio con febbre alta, mal di testa e dolori osteo-articolari. I sintomi, sovrapponibili a quelli di un'influenza, in genere compaiono dopo qualche giorno dal contagio. Nei giorni successivi possono comparire nausea e vomito e a volte un esantema simile a quello del morbillo.

È stato lo stesso Ronaldo a rendere note le sue condizioni ai tanti fan, attraverso Twitter. «Sono malato, ho contratto la dengue» è stato il primo messaggio, seguito da « Mi sto riprendendo, ieri ho avuto la febbre alta. Ora cercherò di riposare per poter stare meglio». Un ultimo tweet, invece, era una sua foto nel letto d’ospedale.

L’ex calciatore brasiliano, pur non cominciando l'anno nel migliore dei modi, è stato fortunato, perché ha contratto la forma classica e non quella emorragica, che può anche avere esiti fatali (il tasso di mortalità può arrivare anche al 20%). E infatti già dopo l’Epifania, anche se ancora in fase di recupero dall’infezione, si è recato in visita al Corinthians, l’ultima squadra in cui ha militato prima di appendere le scarpette al chiodo. Qui ha trovato anche lo spirito per uno scambio di battute con i giornalisti, che ha allegramente minacciato: «Sono venuto a trasmettervi la dengue». Cosa ovviamente impossibile, visto che la malattia non si trasmette direttamente da uomo a uomo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
internet

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti