Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Nicotina fa bene alla memoria, ma non dalle sigarette

di
Pubblicato il: 18-01-2012
Sanihelp.it - È noto da tempo che la nicotina agisce favorevolmente nei malati con deficit neurologici, quali perdita della memoria e sintomatologia simile all’Alzheimer e al Parkinson, attraverso studi fatti con cerotti transdermici o per bocca.

Che la nicotina sia in grado di espandere le capacità della cosiddetta memoria di lavoro o working memory lo afferma anche l’ultimo studio realizzato dall’Istituto di bioimmagini e fisiologia molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibfm-Cnr) di Milano-Segrate, che riportata la nicotina come efficace sulla memoria prendendo in esame un gruppo di non fumatori e uno di giovani fumatori.

«Quello che però va ribadito è che la nicotina esiste anche con preparazioni attraverso la pelle (cerotti) o per bocca (pillole) e non necessariamente attraverso il fumo - sottolinea il professor Umberto Tirelli, direttore del Dipartimento di oncologia medica dell’Istituto Tumori di Aviano - Pertanto se il fumo di tabacco avesse dei benefici sulla memoria grazie alla nicotina contenuta nell’inalazione, va ben ricordato che i danni dovuti alle sostanze cancerogene che derivano dalla combustione del tabacco rimangono inalterati e sono alla base di tumori e malattie cardiovascolari ben riconosciute. In altre parole, se la nicotina ha dei benefici, la si può utilizzare senza fumarla attraverso cerotti o compresse».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Istituto Tumori di Aviano

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti