Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Proteggere le foreste per restare in salute

Gli alberi aiutano contro asma e allergie

di
Pubblicato il: 24-01-2012

Asma, allergie, rughe sulla pelle, mal di testa: sono gli effetti dello smog cittadino. Per difenderci da questi rischi dobbiamo puntare su foreste e aree verdi. Ecco perché.

Gli alberi aiutano contro asma e allergie © Photos.com Sanihelp.it - L’inquinamento urbano è la causa di diversi problemi alla salute e al benessere delle persone. Le emissioni di gas dalle auto, le attività industriali e i fumi degli impianti di riscaldamento emanano sostanze nocive che, oltre a danneggiare i tessuti, facilitano la formazione di radicali liberi provocando l’invecchiamento precoce della pelle.

Inoltre dobbiamo far fronte ai continui mal di testa e all’aumento delle allergie, sempre per colpa dello smog e delle polveri sottili.

Su tutto questo grava l’aumento globale delle temperature che, oltre a stravolgere i naturali equilibri climatici, comporta nei contesti urbani un incremento ulteriore dell’inquinamento.

Recentemente anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato un allarme sul futuro dell'umanità minacciato dai cambiamenti climatici. L’aumento delle temperature, delle inondazioni, delle malattie infettive e la perdita di prodotti agricoli incrementerà i rischi sulla salute per milioni di persone in tutto il mondo.

Questa situazione potrebbe essere contrastata attraverso stili di vita più sostenibili a livello globale e una migliore gestione dell’ambiente, soprattutto delle aree verdi. Per questo motivo ICEI e LifeGate Planet hanno lanciato la campagna Foreste per le persone.

L’iniziativa nasce con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sul ruolo che le foreste hanno nella salvaguardia della salute delle persone. Le foreste, infatti, fanno bene alla salute delle persone per diversi motivi:

1. assorbono ogni giorno migliaia di tonnellate di CO2, uno dei principali gas serra che contribuisce ad aumentare l'effetto serra surriscaldando la superficie del pianeta

2. mitigano il clima, contrastando l’aumento delle temperature e frenando l’azione dei venti (l'aumento delle temperature, soprattutto nelle metropoli, può essere devastante per la salute, come sottolineato anche da un report ONU che lega l'aumento delle temperature a problemi di asma e sintomi legati all'inquinamento metropolitano: allergie, emicranie, invecchiamento precoce della pelle, problemi cardiovascolari e respiratori)

3. assicurano la fertilità del suolo e ne contrastano l’erosione mettendo un freno al dissesto del territorio: questo assicura da una parte una lotta efficace a fenomeni molto attuali come le alluvioni e le frane, dall'altra garantisce l'esistenza delle specie alimentari presenti sul pianeta che rischiano di sparire a causa del surriscaldamento del clima

4. rappresentano un ostacolo alla siccità e alla conseguente desertificazione

5. proteggono la biodiversità, il cui rischio di perdita rappresenta sempre una sfida alla salute umana: è la conclusione di uno studio pubblicato su Nature che ha analizzato rapporti fra biodiversità e malattie infettive.

I proventi ottenuti durante la campagna, che si concluderà a febbraio 2012, serviranno a finanziare due progetti: quello di ICEI, dedicato alla riforestazione e tutela dell'Amazzonia brasiliana nell’area indigena Sateré Mawé, e quello di LifeGate Planet volto alla riforestazione della zona Navigli nell'area milanese.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
ICEI e LifeGate Planet

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti